Molti pazienti affetti da coronavirus hanno problemi al cervello: questo andrà via, mi chiedo a volte? L’interno

I pazienti con disturbi a lungo termine di Corona spesso hanno problemi con il cervello. Più di un terzo delle persone che si rivolgono a caregiver specializzati nel supporto C ha problemi di concentrazione, il 30% ha difficoltà a ricordare le cose. Un gran numero di pazienti soffre anche di mal di testa.


Ellen Van Gallen e Sander van Meersburg


Ultimo aggiornamento:
08-05-21, 14:57




C-support, che è stato nominato dal governo per supportare i pazienti con coronavirus che hanno ancora problemi di salute con cure di follow-up tre mesi dopo l’infezione, ha aiutato finora quasi 4.000 persone. In molti casi si tratta di persone che non sono state ricoverate prima.

Il numero effettivo di persone con problemi di salute per un periodo di tempo più lungo dopo l’infezione è probabilmente molto più alto di 4.000 nei Paesi Bassi. Solo tra agosto e gennaio, più di 21.000 pazienti hanno usufruito delle cosiddette cure mediche assistite nel periodo di convalescenza. Sono trattati, ad esempio, da un fisioterapista, esercizio fisico o terapista occupazionale. Questo numero dovrebbe aumentare ulteriormente quest’anno.


citazione

Hanno più difficoltà a prestare attenzione e concentrarsi. Questo rende meno facile ricordare le cose

Awad Van Dyck, neurologo

L’affaticamento è il disturbo più comune segnalato con il supporto C: il 45% dei pazienti polmonari lo sperimenta. Anche mancanza di respiro, dolori muscolari e problemi di sonno sono in cima alla lista. Alcune persone che ricevono aiuto hanno ancora gravi problemi un anno dopo l’infortunio. I medici sono sconcertati dai reclami, poiché non è stata ancora trovata alcuna causa provata. Spesso non si riscontrano anomalie alla risonanza magnetica o alle scansioni polmonari.

“Vediamo che le persone sono stanche”, dice Ewod van Dyck, neurologo a Radbodomek e presidente della Dutch Neurology Association. “Hanno più difficoltà a prestare attenzione e concentrazione. Questo rende le cose meno facili da ricordare. Ma qual è la causa di questa stanchezza? Non ne sappiamo ancora abbastanza”.

Annemieke de Groot, Direttore del supporto C. © Van Assendelft Photography

Stai male

Gli esperti cercano di guidare i pazienti sui loro reclami. Allo stesso tempo, temono che alcuni di loro continueranno ad avere problemi. “Ci aspettiamo, come per la febbre Q, che una piccola percentuale di persone sarà ancora ammalata”, afferma Annemieke de Groot, direttore di C-support. “Solo il numero di persone infette è molto di più ora, quindi questi numeri aumenteranno automaticamente”.

Mentre decine di migliaia di persone soffrono ancora di gravi disturbi mesi dopo aver contratto Corona, i medici stanno ancora cercando la causa. Come possono aiutare queste persone? Continua a leggere dopo la foto.

Nienke Doornbosch non si riprende dalla sua infezione Corona.  Ora compila gli elenchi su base giornaliera per monitorare i suoi sforzi.

Nienke Doornbosch non si riprende dalla sua infezione Corona. Ora compila gli elenchi su base giornaliera per monitorare i suoi sforzi. © Quinn Fairhaiden

READ  Una donna incinta è morta per il virus Corona per la seconda volta ...

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24