Nell’ultima settimana quasi la metà delle infezioni, il numero di allevamenti è sceso a 0,80 indoor

Il rapporto settimanale conferma ancora una volta che il numero di ricoveri ospedalieri è aumentato notevolmente la scorsa settimana. Questo aumento è ancora il risultato dell’enorme crescita del numero di infezioni all’inizio del mese. Secondo i dati preliminari, la scorsa settimana sono stati ricoverati 538 pazienti con Covid-19, di cui 115 in unità di terapia intensiva. È più di due volte e mezzo il numero di visite riportate una settimana fa.

L’ondata di contagi all’inizio di luglio ha seguito un diffuso allentamento. Grandi gruppi si sono presentati alla vita notturna, alle feste e ai festival, nonostante un sistema di test di accesso istituito per centinaia di milioni di euro per prevenire la diffusione del virus. Dopo qualche tempo il gabinetto ha tirato fuori diversi periodi di relax, soprattutto in tema di vita notturna, i numeri hanno ricominciato a scendere. Allo stesso tempo, sempre più persone sono state vaccinate contro il virus.

La scorsa settimana, era improbabile che il settore della ristorazione fosse il luogo in cui le persone risultate positive avrebbero probabilmente contratto il virus. Riguarda solo il 5,4% delle infezioni i cui loci sospetti sono stati rilevati da GGD. Una settimana fa, la ristorazione rappresentava ancora il 15% del totale.

all’estero

Un numero leggermente inferiore di olandesi ha anche contratto il virus all’estero. Di coloro che sono risultati positivi al virus negli ultimi sette giorni, 3.742 paesi hanno visitato più di recente, il 10% in meno rispetto alla settimana precedente. La Spagna è ancora al primo posto, seguita da Grecia e Francia.

Il numero di riproduzione era ancora a 3 poche settimane fa, e questo era un livello record. Secondo i calcoli del RIVM, era già sceso a 1,17 prima del fine settimana e ora è nettamente sceso sotto 1. Il numero di riproduzione indica la situazione di due settimane fa, perché i dati recenti non sono abbastanza affidabili, secondo l’istituto.

READ  "Gli scienziati sono sotto forte pressione" - Wel.nl

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24