Nessun posto speciale: Bond recita nel dramma avvincente (recensione)

nessun posto speciale È una produzione alquanto grottesca con un regista e produttore italiano, una scena nordirlandese, un eroe londinese, denaro rumeno e italiano e un fotografo rumeno. Ma non aver paura di qualcosa di spiacevole budino di europerché l’italo-britannico Oberto Pasolini offre una storia mirata e un cast eccellente.

Il londinese James Norton, probabilmente un potenziale candidato a James Bond, interpreta John, l’unico padre del bambino di cinque anni Michael. Ha un grosso problema: è malato terminale e deve trovare una casa adottiva per suo figlio in men che non si dica. Non può fare affidamento sulla madre di Michael e non ha altra famiglia. Inoltre, deve provare fino all’ultimo momento per guadagnare soldi come lavavetri.

stratificato nessun posto speciale Assolutamente no, ma Pasolini prende delle decisioni sagge. Ad esempio, non usa la musica ed evita scene e manipolazioni emotive. Quindi non aspettarti momenti super sexy che ti fanno raggiungere il tuo fazzoletto. Il fatto che il film sia ancora in movimento può essere attribuito a Norton.

Quest’ultimo è un tale attore che fa tutto con i suoi occhi. Il suo viso si muove a malapena, ma i suoi spettatori parlano molto. La struttura del film si basa sulla riluttanza di John a parlare della morte con Michael. Mentre il bambino inizia gradualmente a capire cosa sta succedendo e John lo vede, Norton lo fa con uno sguardo molto specifico, dimostrando che l’attore andrà lontano.

Grande cinema che puoi nessun posto speciale Per non parlare – la storia è un po’ troppo debole per questo – ma il film ottiene un punteggio elevato per la sua umiltà e onestà.

READ  Intermezzo: Pepe Lepre a Pasqua

James Norton interpreta un padre single alla ricerca di una casa adottiva per il figlio di cinque anni in questo dramma senza pretese del regista italiano Uberto Passonlini. Una versione più realistica e drammatica di Adam Sandlers grande papà

direzione Uberto Pasolini
sputo James Norton, Daniel Lamont, Valerie O’Connor
tempo di gioco 1 ora 36
Da 8 giugno al cinema

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24