TGcomnews24

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Nintendo fa causa a Bowser per aver venduto uno strumento di download illegale di giochi | proprio adesso

Nintendo ha avviato una nuova causa contro l’hacker canadese Gary Bowser per aver venduto un dispositivo che consente il download illegale di giochi su Nintendo Switch. L’uomo condivide il suo nome con il personaggio Bowser, uno dei più famosi avversari della serie Nintendo Mario.

Secondo le forze dell’ordine statunitensi, Bowser faceva parte del Team Xecuter, una società che vende console per videogiochi in grado di riprodurre giochi scaricati illegalmente.

Con i gadget, i proprietari non dovranno acquistare giochi, causando la perdita di entrate dalle società di giochi. Nintendo ora chiede $ 2.500 (oltre 2.000 euro) per ogni console modificata. L’azienda giapponese vuole anche $ 150.000 (più di 125.000 euro) per ogni violazione del copyright.

Gary Boozer è stato rilasciato ad ottobre Arrestato. Anche il suo presunto collega, Max Lawren, è stato incarcerato da allora per il suo coinvolgimento con il Team Xecuter. Poi i due sono stati accusati di 11 reati.

Questa non è la prima volta che il nome Bowser è stato associato a Nintendo. La società ha persino assunto un CEO nel 2015 che condivide il nome con il noto acerrimo rivale di Mario: Doug Bowser. Dall’aprile 2019 è presidente del consiglio di amministrazione del braccio americano di Nintendo.

READ  Il rilascio di Fall Guys è stato posticipato per Switch e Xbox, lancio del gioco cross - Gaming - News