‘Noi siamo il Paese che passa dietro al portiere’



L'Italia si lecca le ferite: 'Siamo il Paese che rimanda al portiere'


© Proshots
L’Italia si lecca le ferite: ‘Siamo il Paese che rimanda al portiere’

A nove mesi dalla vittoria assoluta agli Europei, l’Italia è consapevole che non potrà qualificarsi per la Coppa del Mondo in Qatar. Fabio Capello, ex allenatore di Milan, Real Madrid e Juventus, non si è affatto sorpreso.

“Il calcio italiano segue Cardiola da 15 anni”, ha detto all’Italia il 75enne Cabello Ski. “Nessun miglioramento verticale o forza fisica. Nessuna abitudine ad accettare le sfide. Dobbiamo seguire lo stile di gioco di Jurgen Klopp”. Don Fabio

“L’Atlanta è l’unico club in Italia a farlo. Guarda i risultati! Vincenzo Italino sta cercando di seguire le orme di Alexander Blasain a Genova, come la Fiorentina. La tecnologia per guardare il calcio spagnolo non è nel nostro calcio.

Cabello riconosce che il calcio italiano ha un problema con il flusso di giovani talenti, ma dice che la causa principale di tutti i problemi è “un malinteso”: “Siamo un Paese che torna dal portiere”.

Victor Osimhen, Romelu Lukaku e Tammy Abraham erano normali attaccanti all’estero, ma sono diventati campioni in Italia. Questo dovrebbe sollevare domande. A volte le statistiche sorprendono anche me. Ho letto che un giocatore in particolare riceve 45 passaggi, ma mi chiedo quanti siano Il passaggio principale Là. Quanti passaggi sono stati davvero utili?’

Dopo la sconfitta per 0-1 contro la Macedonia del Nord, sui media italiani c’è molta speculazione sul futuro di Roberto Mancini. Dopo di che l’allenatore se n’era andato Nel mezzo se sta fermo, Ma MediaSet si aspetta che l’elettore si dimetta la prossima settimana. Possibili successori includono Fabio Cannavaro, Andrea Pirlo, Stefano Pioli e Claudio Ranieri.

READ  Italians taboe op kerncentrales ter discussie vegens dure energie

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24