Notizie olimpiche: terzo caso di doping per il pattinatore ucraino | le Olimpiadi

Iscriversi per Newsletter Telesport E ricevi le ultime notizie olimpiche ogni giorno.

pilota di bob dall’Ucraina ultimo caso di doping

22:46: La bob Lidiia Hunko dall’Ucraina è stata arrestata per steroidi. L’Agenzia internazionale di test ITA ha trovato una sostanza nell’elenco delle sostanze vietate durante il suo controllo antidoping il 14 febbraio. Hunko è stato temporaneamente sospeso. Si è classificata 20a in monopop nei giochi.

È il terzo caso di doping durante queste partite. La snowboarder ucraina Valentina Kaminska era precedentemente risultata positiva a tre sostanze vietate, tra cui una forma di steroidi. Lo skater iraniano Hossein Savah Shamsky è stato il primo a scoprire il doping.

Il caso di doping che ha coinvolto la pattinatrice russa Camila Valeeva ha ricevuto la massima attenzione. La quindicenne Valieva era già risultata positiva alla tremetazidina ai campionati russi di dicembre, ma questo è stato annunciato solo durante i Giochi. Poiché la sua sospensione temporanea è stata revocata, le è stato comunque permesso di partecipare ai Giochi.

L’ISU vuole aumentare l’età minima per gli snowboarder da 15 a 17 anni

14:16: L’International Skating Union (ISU) prevede di aumentare l’età minima per gli snowboarder che partecipano alle competizioni internazionali. Attualmente, i conducenti devono avere 15 anni, ma se dipende dall’ISU, i futuri conducenti devono avere almeno 17 anni.

La proposta è stata inviata agli Stati membri e sarà discussa alla prossima conferenza dell’ISU in Thailandia a giugno.

Se la modifica verrà attuata, non ci saranno le cosiddette “persone protette”, termine utilizzato dall’Agenzia mondiale antidoping (WADA) per gli atleti di età inferiore ai 16 anni. La Corte Arbitrale dello Sport (CAS) ha definito il punto un punto importante nella sua decisione di accettare la quindicenne russa Kamila Valeeva per una competizione olimpica individuale nonostante un test antidoping positivo.

L’età minima deve essere aumentata in due fasi. L’età minima dovrebbe essere 16 anni nella stagione 2023-2024 e 17 anni nella stagione 2024-2025.

Michel Gezen presenta la sua medaglia d'oro.

Michel Gezen presenta la sua medaglia d’oro.

Michelle Jezin vince dopo il nuovo dramma Michaela Schiffrin

07:45: La pattinatrice artistica svizzera Michel Geisen ha cementato il suo titolo olimpico sul gruppo ai Giochi. Il 28enne Jisin, che in precedenza aveva vinto il bronzo nel Super G in Cina, è stato il migliore nel combinare discesa e slalom, proprio come quattro anni fa a Pyeongchang. Per la favorita americana Michaela Shiffrin, la gara si è conclusa ancora una volta con una delusione.

READ  Groenewegen è tornato, ma arriva da un profondo burrone: "Fabio ed io ci facciamo saltare in aria"

La 26enne Shiffrin è arrivata quinta dopo l’atterraggio e quindi era sulla buona strada per vincere la sua prima medaglia alle Olimpiadi di Pechino. Nella seconda parte, il suo slalom preferito, le cose vanno male per la due volte campionessa olimpica, caduta anche lei nello slalom gigante e nello slalom nella prima settimana dei Giochi. Shiffrin ha perso il controllo e si è schiantato. Il binomio è finito in lacrime anche per l’americano, rimasto lontano per medaglie in Super G (nono) e atterraggi in discesa (18°).

Gisin ha regalato alla squadra svizzera il quinto oro nello sci alpino. I suoi connazionali Corin Sutter e Pete Fuse (entrambi in discesa), Lara Gut Bahrami (Super G) e Marco Odermatt (slalom gigante) hanno già avuto successo a Zhangjiakou.

Gioia tra i giocatori di hockey su ghiaccio in Canada.

Gioia tra i giocatori di hockey su ghiaccio in Canada.

I giocatori canadesi di hockey su ghiaccio rivendicano il titolo olimpico

07:31: I giocatori canadesi di hockey su ghiaccio riconquistano il titolo olimpico. Il Canada ha sconfitto gli Stati Uniti nella finale di Pechino 3-2 (2-0 1-1 0-1). Le donne americane hanno posto fine al dominio del Canada ai Giochi quattro anni fa a Pyeongchang.

Il Team USA ha vinto l’oro alle Olimpiadi del 1998 a Nagano, dove le donne hanno gareggiato nelle loro prime Olimpiadi di hockey su ghiaccio. Nel 2002, 2006, 2010 e 2014, il Canada era il migliore, ma nel 2018 le donne americane sono riuscite a rompere il dominio canadese. Hanno sconfitto il loro grande rivale in finale ai rigori.

I due paesi del Nord America si sono incontrati nuovamente giovedì a Pechino in finale. Il Canada era in vantaggio per 2-0 nel primo periodo grazie a Sarah Norse e al capitano Mary Philip Boleyn. Pauline, 30 anni, che ha segnato anche nelle precedenti tre Olimpiadi, ha segnato 3-0 nel secondo tempo. Hilary Knight ha fatto qualcosa per conto dei giocatori di hockey su ghiaccio americani e con 12,5 secondi rimasti nell’ultimo periodo, Amanda Kessel ha segnato il gol del pareggio, ma il Canada ha mantenuto il suo quinto titolo olimpico.

Il Canada aveva già battuto gli Stati Uniti (4-2) nella fase a gironi. Le donne canadesi hanno raggiunto la doppia cifra in tutte le altre partite dei Giochi. Hanno sconfitto la Svizzera in semifinale 10-3. Gli Stati Uniti hanno raggiunto la finale battendo la Finlandia (4-1). Il finlandese ha conquistato la medaglia di bronzo, battendo la Svizzera 4-0.

Il presidente del CIO Bach incontra gli skater americani arrabbiati

07:10: Gli skater digitali americani si sono incontrati a Pechino con il presidente del Comitato Olimpico Internazionale Thomas Bach. Il “Team USA” ha conquistato il secondo posto dietro la Russia nella Coppa delle Nazioni all’inizio delle Olimpiadi, ma le medaglie non sono ancora state assegnate a causa del caso di doping che ha coinvolto la russa Kamila Valeeva. Gli americani sono arrabbiati per la situazione e chiedono una cerimonia di premiazione.

“Il presidente Bach voleva parlare con gli americani per sentire come si sentono, e non stiamo fornendo ulteriori dettagli su questo incontro”, ha affermato il portavoce del CIO Mark Adams. Adams ha detto che il Giappone, terzo classificato, non ha sentito il bisogno di parlare con Bach della questione.

Il giorno dopo la Coppa delle Nazioni, la quindicenne Valeeva è stata informata che un test antidoping alla fine dello scorso anno le aveva dato un risultato positivo. Inizialmente, l’Agenzia antidoping russa ha imposto una sospensione temporanea al pattinatore artistico, ma è stata presto revocata. Poi il Comitato Olimpico Internazionale, la Federazione Internazionale di Sci ISU e l’Agenzia Mondiale Antidoping (WADA) si sono diretti al CAS. I giudici hanno deciso che Valeeva poteva “solo” partecipare a gare individuali a Pechino.

Il Comitato Olimpico Internazionale ha deciso di accettare questa sentenza, ma ha confermato che Valeeva è ancora sospettata nel caso di doping. Il risultato della Coppa delle Nazioni è quindi soggetto a modifiche. Se giovedì Valieva finirà tra i primi tre nel torneo di singolare, per il momento non verranno assegnate medaglie.

La prima giornata senza risultato positivo per il Corona test nei giochi

06:53: Le Olimpiadi di Pechino hanno visto per la prima volta una giornata senza test positivi per il coronavirus. Quasi 69.000 test sono stati condotti mercoledì e hanno prodotto solo risultati negativi. Nei giorni precedenti pochi test sono risultati positivi.

Sette partecipanti ai giochi sono arrivati ​​mercoledì all’aeroporto di Pechino. Sono risultati tutti negativi. Nella “super bolla” chiusa creata dai cinesi, questo vale anche per tutti i partecipanti, che quotidianamente vengono testati per la corona.

In totale, dal 23 gennaio, i cinesi hanno condotto quasi 1,6 milioni di test per il coronavirus su atleti, funzionari, giornalisti, volontari e altre parti interessate, che sono nella loro “bolla” e non possono contattare la popolazione locale. Finora ha ottenuto 435 risultati positivi. Nei giorni precedenti l’apertura dei Giochi, quando la maggior parte dei partecipanti è arrivata a Pechino, ci sono state decine di casi positivi al giorno. Durante i giochi, questo numero ha continuato a diminuire.

READ  Sport Court: la Champions League tenta i calciatori FC Twente e PSV | gli sport

“Questo dimostra che le precauzioni che abbiamo preso sono efficaci”, ha affermato Huang Chun, responsabile della lotta contro Corona per conto del Comitato Organizzatore cinese. “Abbiamo trovato un modello di successo per i Giochi invernali durante una pandemia”.

Evo De Bruyne

De Bruyne 20 e 24 nella seconda giornata di allenamento in un bob a quattro

6:46: Il bob olandese ha segnato il 20° e il 24° tempo durante la seconda giornata di allenamento per il bob a quattro alle Olimpiadi. Allo Yanqing National Slip Center, il pilota Evo De Bruyne ei suoi inibitori sono arrivati ​​al terzo inning con un tempo di 59.90 secondi e nel quarto round hanno segnato 1.00.50.

Con il suo tempo nel terzo turno, De Bruin è migliorato in entrambi gli allenamenti di mercoledì. Il tempo nella quarta discesa è stato lo stesso del secondo round. Boost per il pilota sono i tempi di inizio, che sono più veloci ad ogni corsa. Nel quarto round, il quartetto è iniziato in 5,20 secondi, la prima volta è stata 5,34. Questa è stata la prima conoscenza di lavoro di Yanqing con il gioco pop a quattro De Bruyne e la sua squadra.

Il canadese Justin Krebs ha fatto segnare il miglior tempo in entrambe le manche giovedì (58.81 e 59.22). Questo sarà seguito da altre due sessioni di formazione venerdì. Sabato e domenica ci sono le gare del Four Men’s Bob.

Il giorno prima della gara di biathlon olimpico femminile a causa del freddo gelido

6:40: La partenza di massa femminile di 12,5 chilometri nel biathlon è stata offerta alle Olimpiadi di un giorno. Le medaglie verranno ora distribuite venerdì anziché sabato.

L’organizzazione dei giochi ha deciso di farlo a causa del previsto freddo estremo sulle montagne di Zhangjiakou. Ciò significa che le ultime due gare di biathlon sono il venerdì. Gli uomini iniziano a 15 chilometri nel programma quel giorno.

L’inizio della staffetta olimpica maschile di biathlon è avvenuto martedì con due ore e mezza di anticipo a causa del previsto freddo. Le regole IBU stabiliscono che la gara deve essere annullata a meno 20 gradi. In un freddo così estremo, l’associazione non la considerava più fisicamente responsabile.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24