Ogni piccola cosa aiuta davvero con la crisi climatica

Lasciare l’auto a casa o modificare il proprio comportamento alimentare può infiammare l’ambiente e avere comunque un impatto significativo sul clima, afferma l’economista comportamentale UvA Joël van der Weele.

Una goccia nel mare.’ Questo è il solito disagio che le persone provano quando gli viene chiesto se dovrebbero cambiare le loro abitudini alimentari o di viaggio. Perché qual è il punto di una singola azione nel problema climatico infinitamente grande e complesso? Tuttavia, l’impatto delle singole azioni è molto maggiore di quanto si pensi.

Qual è l’effetto di lasciare l’auto una volta? In termini di emissioni globali di anidride carbonica, la decisione di andare in bicicletta oggi non ha quasi peso, per l’esattezza pochi chilogrammi dei 35 miliardi di tonnellate che il mondo emette ogni giorno.

In una certa misura, questo vale per il comportamento di tutto il nostro continente. Gran parte della storia del cambiamento climatico nel ventunesimo secolo sarà scritta in Cina e India: paesi in via di sviluppo con una popolazione enorme e un fabbisogno energetico in rapida crescita.

Un modello in Europa

Ma mentre non è sufficiente stabilizzare il clima, una transizione climatica di successo nell’Unione europea è di grande importanza. Mostra agli altri ciò che è possibile, porta a nuove tecnologie e fornisce un’arma morale nei negoziati sul clima.

D’altra parte, se l’Europa non fa nulla, ci sono buone probabilità che altri paesi non facciano nulla. La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, non passa un discorso senza sottolineare il ruolo esemplare dell’Europa.

Lo stesso discorso vale anche per i privati. Gli esseri umani sono creature sociali e gran parte del nostro comportamento deriva dall’imitazione degli altri. L’economista Robert Frank ha recentemente scritto un bel libro su questo (Sotto l’effetto di), dimostrando che molti tipi di comportamento sono «socialmente trasferibili». Ad esempio, è più probabile che le persone evadano le tasse se credono che gli altri stiano facendo lo stesso, e anche importanti comportamenti relativi alla salute, come le decisioni di fumare e vaccinare, si rivelano contagiosi.

Il nostro comportamento si diffonde come un virus

questo social complicazioni può essere importante. Prendi il fumo. Secondo una ricerca americana, due fumatori in più in un gruppo sociale licenziano in media una persona in più per iniziare a fumare. Ma poiché questa persona ha anche un’influenza sociale, a sua volta accende una media di mezza persona, ecc. L’ultima fermata di questo processo produce un secondo fumatore aggiuntivo. Tuttavia, questi fumatori fanno anche parte di altri gruppi sociali in cui questo processo si ripete. Quindi il comportamento si diffonde proprio come un virus.

La storia recente è piena di esempi che illustrano questi effetti sociali a valanga. Considera le norme sociali in rapida evoluzione durante la rivoluzione sessuale del secondo dopoguerra, l’accettazione LGBTQ+, i divieti di fumo, il movimento #MeToo, ecc. Tutte queste operazioni sono iniziate con una piccola minoranza, ma si sono sviluppate in tendenze globali attraverso complicazioni sociali, che oggi sono rafforzate dai social media.

Questi processi sociali sono anche una parte indispensabile della transizione climatica. Molte azioni legate al clima, come l’installazione di pannelli solari, l’acquisto di un’auto elettrica o la riduzione del consumo di energia in casa, hanno dimostrato di avere un fattore di inquinamento, sebbene l’entità dipenda molto dal contesto. I meccanismi sociali sottostanti sono sottili e difficili da misurare.

meno sarcasmo

Ad esempio, supponiamo che tu decida di acquistare compensazioni di carbonio per un viaggio in aereo o in auto. L’effetto dei pochi alberi che possono essere piantati con esso è minimo. Ma dillo ai tuoi amici e la tua attività scatenerà una discussione nel pub che avrebbe potuto girare intorno al calcio. Forse l’amico che di solito prendi in giro filantropo Sii più diplomatico ora, per non offenderti. Questa riduzione del sarcasmo cambia il tono della conversazione, che a sua volta abbassa le barriere che impediscono anche agli altri di fare qualcosa.

Infine, c’è un altro modo in cui le tue azioni hanno un impatto più ampio: influenzano anche il tuo comportamento futuro. Se non fai nulla oggi, probabilmente non farai nulla domani. Anche perché siamo abitudinari: ci piace fare quello che abbiamo sempre fatto. Ma le nostre azioni cambiano anche il modo in cui ci sentiamo. Le persone cercano la coerenza tra le loro azioni e le idee che hanno su se stesse e sul proprio ruolo nel mondo. Se i due divergono, nasce la “dissonanza cognitiva”, una crisi di identità secondaria. Un’azione positiva per il clima, non importa quanto piccola, ti fa sentire parte della soluzione, e questo aumenta la barriera psicologica per riprendere la macchina domani.

Proprio come le prestazioni dell’UE devono essere viste in un quadro più ampio, è quindi fuorviante giudicare le azioni individuali esclusivamente in base al loro impatto diretto sulla CO2 e ignorare il loro impatto sociale più ampio. Ciò non significa che non dovremmo nemmeno adottare misure a livello collettivo, come la tassa sull’anidride carbonica. esattamente il contrario. Il fattore di contagio del comportamento aumenta anche l’impatto delle politiche di governo; Dopotutto, ogni cambiamento comportamentale raggiunto si moltiplica. Quindi, l’azione individuale è molto più di una goccia nell’oceano: è parte di un indispensabile processo sociale che permette a quella goccia di crescere in una cascata.

Leggi anche:

Il nostro stile di vita deve cambiare per preservare il clima. Ma come cambiamo le cose?

Dovremmo vivere più verdi. ma Cosa ci spinge a un comportamento rispettoso del clima? La ricerca di quei catalizzatori non fa parte della politica climatica. Ma ci sono.

Lo stato ha un obbligo climatico. Le aziende come Shell hanno un obbligo climatico. E noi?

La causa contro Shell ricorda alle aziende la propria responsabilità nella crisi climatica. In precedenza, il caso Urgenda si riferiva anche a questa responsabilità dello Stato. Ma per quanto riguarda i compiti di un individuo? Parlano tre filosofi (legalisti).

READ  Rubrica Frits Bosch: "La ricerca psicologica mostra: la sinistra deve voltarsi!"

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24