Pattinaggio su ghiaccio naturale a maggio! Ehi, i costruttori di modelli hanno inventato per noi un altro disastro climatico

Tre climatologi olandesi hanno affermato questa settimana che l’AMOC è ancora una volta sull’orlo del collasso a causa del cambiamento climatico Progresso della scienza. Una volta sui giornali si diceva che la calda Corrente del Golfo verso l'Europa si sarebbe fermata, ma questa è solo una parte della storia, quindi oggigiorno si deve parlare di AMOC, o Circolazione Meridionale Atlantica. La scomparsa dell’AMOC rappresenta un potenziale punto di svolta (punto di svolta) nel cambiamento climatico, che stranamente provoca improvvisamente una sorta di era glaciale in Europa con un clima più freddo di dieci gradi.

Utilizzando il supercomputer nazionale olandese Snelius, René van Westen e due colleghi dell’Università di Utrecht hanno calcolato un modello climatico molto complesso, che hanno utilizzato per almeno 2.200 anni ipotetici. Nel 1758 produsse la bellissima AMOC.

Vale la pena spiegare già solo il titolo della loro pubblicazione su Science Advances:Un segnale di allarme precoce basato sulla fisica mostra che l’AMOC sta cambiando. (Un segnale fisico avverte tempestivamente che l’AMOC si sta dirigendo verso un punto di svolta.)

Il segnale non viene rilevato nel mondo reale

Immaginate se un giornale si aprisse con il titolo “Gli UFO sepolti nel ghiaccio antartico dimostrano l’esistenza della vita aliena”. Sarebbe davvero una grande novità. Ma quando leggi lo studio, ti rendi conto che il titolo offre un’affermazione “se sì”: se trovassimo un UFO nel ghiaccio dell’Antartide, sarebbe la prova della vita extraterrestre. Questo segnale di avvertimento fisico appare nel modello 25 anni prima del collasso dell’AMOC. Ma questo segnale non è stato osservato nel mondo reale.

La storia di AMOC Turning Point ha attraversato molti alti e bassi. L’AMOC è il nastro trasportatore del calore nell’Oceano Atlantico dall’equatore ai poli. Più a nord, le acque superficiali si raffreddano, affondano e poi scorrono più in profondità verso l’equatore e oltre, nell’Atlantico meridionale. Per completare il ciclo, le calde acque oceaniche in superficie scorrono da sud a nord verso l'Europa, che quindi ha un clima relativamente caldo.

READ  Coronablog: il governo chiede consiglio all'ente sanitario per accelerare i potenziamenti della dose, la Norvegia vieta l'alcol nei ristoranti

Se l’AMOC si fermasse, il clima europeo potrebbe diventare di 10 gradi più freddo nel giro di pochi decenni, mentre per il resto del mondo farebbe poca differenza. In teoria, ciò accadrebbe se si lasciasse fluire troppa acqua di fusione della calotta glaciale della Groenlandia nel Nord Atlantico. Il ghiaccio sciolto è acqua dolce, che è più leggera dell'acqua salata, quindi galleggia su di essa e non affonda nelle profondità e l'intero nastro trasportatore si ferma.

Ultimo gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici Sintesi tecnica Si afferma che, a un esame più attento, questo punto critico potrebbe non essere esistito, ma da allora i designer hanno fatto gli straordinari. Nell'agosto 2021, ha affermato il ricercatore tedesco Niklas Boyer La natura del cambiamento climatico Ha rilevato segnali statistici di allarme di un imminente collasso dell’AMOC, sebbene non si sia azzardato a prevedere una data specifica.

Ciò è stato seguito da una risposta devastante – per gli standard accademici – da parte dei ricercatori su cui i boeri basarono in parte il loro lavoro. Hanno dimostrato che questi segnali di allarme sono artefatti statistici, e quindi falsi allarmi. Inoltre, i boeri hanno cambiato il segno meno in segno più da qualche parte nel loro lavoro, e se lo si corregge, il presunto effetto scompare. Questa correzione è stata apportata natura Non viene pubblicato fino alla fine di novembre 2023, anche se lo hanno ricevuto nel luglio 2022. A volte la scienza si autocorregge, ma questo è sempre dolorosamente lento.

Qual è la modalità operativa iniziale del modello?

I precedenti tentativi di utilizzare modelli climatici per interrompere l’AMOC sono sempre falliti. Ma con il modello climatico moderno e più avanzato,… Modello del sistema terrestre comunitario Il supercomputer Snelius ora ha avuto successo. Ma cosa significa che ciò accada nell'anno 1758 di esecuzione del modello? In altre parole, in quale anno nel mondo reale questo modello avrebbe dovuto iniziare a funzionare?

READ  La professoressa Arida ha esordito: ``Gli scienziati volano molto'

L'articolo non è molto chiaro a riguardo. Il punto di partenza per l’esecuzione del modello è il mondo e il clima com’erano prima dell’industrializzazione e di tutte le emissioni fossili. Successivamente, questo modello diventa un po’ più grande ogni anno Forza (forza) dell'acqua sciolta. Cioè, nel primo anno si aggiunge al modello una quantità molto piccola di acqua di fusione della calotta glaciale della Groenlandia, e un po’ di più in ogni anno successivo (perché lo scioglimento sta accelerando a causa del cambiamento climatico, questo è il presupposto). Dopo 1.758 anni, sembra che ci sia troppa acqua di disgelo nel sistema per interrompere l’AMOC. Poi a maggio qui si svolgerà il pattinaggio su ghiaccio naturale.

Tuttavia, il flusso annuale crescente di acqua di fusione ha poco a che fare con la realtà odierna: al momento del crollo nel modello era ottanta volte superiore a quello attuale dello scioglimento della calotta glaciale della Groenlandia. Quando accadrà questo nella vita reale? L'articolo non dice nulla al riguardo. Inoltre non è qualcosa che segue un modello climatico: ecco perché si chiama A ForzaChe viene imposto al modello dall'esterno.

Tuttavia, van Westen e i suoi colleghi suggeriscono che sono sulla buona strada per un collasso dell’AMOC in questo secolo. Nell’introduzione fanno riferimento alla già citata ricerca di Boer – ma non alle severe critiche mosse ad essa – e definiscono i loro risultati “cattive notizie per il sistema climatico e l’umanità”.

Indicano anche un segnale di avvertimento apparso nel loro modello 25 anni prima dell’incidente: il trasporto di acqua dolce a 34 gradi di latitudine sud – vicino alla punta del Sud Africa – raggiunge il minimo. Questo indice, chiamato F, è ben al di sopra dello zero all’inizio del modello, ma poi diminuisce lentamente, scendendo sotto lo zero dopo 1.000 anni, e scendendo ulteriormente fino a ricominciare a salire dopo 1.730 anni. Siamo esattamente a questo punto di svolta, circa 25 anni prima del crollo dell’AMOC.

READ  Sempre più giovani vanno intenzionalmente in overdose di antidolorifici interni

F è una quantità misurabile e viene misurata già da qualche tempo. La F è già ben sotto lo zero. La conclusione più ovvia sembra essere che lo stato di funzionamento iniziale del loro modello è del tutto irrealistico, perché non abbiamo iniziato la produzione per più di mille anni. Cosa dice questo sulla realtà dei risultati del modello dopo 1758 anni?

Una ricerca completa richiede molto tempo

Ma la loro conclusione è che un punteggio F ampiamente negativo nel mondo reale indica che siamo già vicini al minimo F, e quindi vicini al collasso dell’AMOC. Miracolosamente, siamo già nel 1600 o 1700 a emularli, anche se abbiamo iniziato a bruciare seriamente i combustibili fossili solo 150 anni fa. Per vostra informazione, attualmente non vi è alcun aumento di F nel mondo reale, quindi il loro segnale di allarme non viene rilevato.

Puoi scommettere che a partire dalla prossima settimana, molti scienziati e modellisti del clima studieranno attentamente questo articolo e tutte le appendici tecniche. Ci vorranno settimane per indagare a fondo sulla questione, ma nel frattempo tutti i media hanno già riferito che l'AMOC, secondo le ultime idee, corre il grave pericolo di crollare presto.

Leggeremo tutte le sottigliezze, i punti deboli, le interpretazioni discutibili e i possibili errori di questa ricerca durante un anno e mezzo, in Progresso della scienza (Progresso della scienza).

Giornalista scientifico Arnot Jaspers libri Trappola per azoto, il libro che analizza come i Paesi Bassi siano caduti nelle mani degli ambientalisti attivisti e siano così diventati l’unico Paese al mondo ad essersi provocato una “crisi dell’azoto”. Attualmente sta preparando un libro sulla “transizione energetica olandese”.

Settimana WinyaFesteggia il suo quinto anniversario. La Wynia Week è resa possibile dagli abbonamenti pagati volontariamente da lettori, spettatori e ascoltatori. Parteciperai davvero, anche nel 2024?

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24