Politici, smettetela di raccogliere bandiere

Il governo può girare diverse manopole per combattere la crisi climatica. Qual è la politica da seguire, a riguardo I partiti politici competono tra loro. La complessità intrinseca della questione climatica richiede una solida base scientifica. Invitare gli attivisti ad ascoltare gli studiosi – “Segui la bandiera“, afferma Greta Thunberg – ampiamente sentito. Un buon sviluppo, ma la scientificizzazione della politica climatica non è priva di rischi.

Mentre seguiamo i dibattiti alla Camera dei Rappresentanti su clima ed energia, vediamo che i politici sono sempre più inclini a dare alla loro storia politica una base scientifica. Non sorprende di per sé, data la grande quantità di consigli scientifici a disposizione dei politici. Tuttavia, qui c’è un pericolo: la selettività con cui vengono scelti i risultati scientifici e il modo incoerente con cui vengono presentati al pubblico.

Questo eclettismo si riflette fortemente nei dibattiti politici e sui social media. Basta prendere la risposta politica all’allarmante rapporto sul clima dell’IPCC. Molti politici salutarono Nelle ultime settimane con questo rapporto per evidenziare l’urgenza del cambiamento climatico. Nel frattempo, i politici stessi ignorano convenientemente le precedenti scoperte dell’IPCC di un grado e mezzo: il ruolo che l’energia nucleare dovrebbe svolgere nella riduzione dell’anidride carbonica.2emissioni.

Così è la dichiarazione di Jesse Claver (GroenLinks) sulla riduzione intenzionale di CO22Le emissioni dei loro piani climatici sono un chiaro esempio di “buccia di ciliegiadi Scienze. Al dibattito elettorale di RTL lo scorso marzo, Claver ha annunciato che il suo programma climatico sarebbe stato contabilizzato dall’Agenzia olandese di valutazione ambientale (PBL). Questi numeri serviranno come prova scientifica della fattibilità degli obiettivi climatici di GroenLinks: ridurre le emissioni nazionali del 60% entro il 2030.

READ  Gummers sulle preoccupazioni per la pressione provvisoria: il rilassamento non porterà a un culmine | proprio adesso

Ma PBL Conferma la sua analisi Che queste percentuali non possano essere trattate come valori assoluti, devono essere viste in un contesto più ampio, dedicando un intero capitolo ai margini di incertezza. Margini di incertezza imprevisti di GroenLinks. Ad esempio, non si fa menzione di potenziali “impatti di perdite” che potrebbero derivare dai loro piani climatici. Ciò significa che mentre le normative nazionali possono portare a minori emissioni a livello nazionale, possono effettivamente portare a emissioni più elevate a livello globale.

Report come arma politica

Le analisi computazionali di PBL sono utilizzate non solo come prova del successo dei suoi piani climatici, ma anche come arma politica. GroenLinks ha usato il rapporto per screditare il CDA dicendo: I tuoi piani non soddisfano gli obiettivi climatici. Allora questa “bomba” politica deve essere disinnescata dall’Alleanza Democristiana. Come succede? Affrontando ed ampliando i margini di incertezza dallo stesso rapporto.

Leggi anche: I politici usano parole grosse dopo il rapporto IPCC, ma cosa dovrebbero fare i Paesi Bassi?

Pertanto, gli acquirenti CDA lo stesso rapporto, con la differenza che CDA evidenzia incertezze e limiti nell’analisi al fine di seminare dubbi. In questo modo, Henri Bontenbal del CDA sta cercando di ripristinare la credibilità dei piani climatici del CDA. La sua osservazione che il PBL non può e non vuole includere alcuni fattori nella sua analisi è contro l’integrità del PBL come istituzione scientifica. Le conseguenze di ciò non sono solo pericolose per la legittimità delle istituzioni scientifiche, ma anche per la scienza come concetto.

I politici alimentano l’immagine della scienza come fonte di sicurezza presentando i risultati al pubblico come prove inequivocabili. Se il futuro dimostra il contrario, questo porta alla delusione e al calo della fiducia nella scienza. La politica ha un palcoscenico. Può fare qualcosa, può raccontare una storia e può fare promesse. La scienza no. Le istituzioni scientifiche non si siedono al tavolo.

READ  La salute di altre persone può derubare i combattenti per la libertà della Corona

I politici vogliono dare risposte univoche, ma la natura della scienza non è adatta a questo.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24