Questi 7 giocatori “stranieri” potrebbero aver scelto l’Italia

Era una conversazione costante nel mondo del calcio italiano, ma Mancini è tornato dopo la sua nomina. La sua opinione è cambiata. Emerson, Rafael Tolói e Jorginho, nati fuori dall’Italia, fanno parte della squadra azzurra agli Europei. Naturalmente ci sono eccezioni; Calciatori che hanno giocato per l’Italia (per nascita o discendenza), ma hanno scelto un paese diverso.

In giovane età, Paulo Typhoon è venuto in Italia, dove ha iniziato a lavorare a Palermo. All’arrivo all’attaccante argentino è stato subito rilasciato un passaporto italiano che potrebbe essere ottenuto tramite la sua famiglia materna. Le giovanili italiane hanno subito contattato i talenti, ma Dipala ha scelto l’Argentina. Era il paese a cui si sentiva più legato. Ha anche rifiutato la nativa Polonia di suo nonno

Alex Dellas è nato e cresciuto in Brasile, ma per vincoli familiari aveva il passaporto italiano sulla schiena sinistra. Un passaporto che voleva usare qualche anno fa. Telles, che sta ancora giocando per l’FC Porto, è stato indotto a chiamarlo più volte. Assiria Visto che la chiamata non è arrivata, ora Dallas dietro il Manchester United è diventato un internazionale brasiliano.

I suoi nonni italiani hanno permesso a Mauro Icardi, nato in Argentina, di scegliere anche l’Italia. L’attaccante ha trascorso gran parte della sua carriera in Italia. Così Icardi è stato convocato nelle giovanili italiane, ma l’attaccante era arrabbiato e non voleva assolutamente giocare per l’Italia. Icardi non ha avuto molto successo con l’Argentina a causa della forte concorrenza.

Gabriel Martinelli è nato nella città brasiliana di Quarulhos, ma possiede un passaporto italiano grazie al padre. Il Assiria Il 20enne attaccante dell’Arsenal è desideroso di convincere il Brasile ad approfittare del fatto che non ha mai giocato una partita internazionale per il Brasile. Martinelli ha già avuto il permesso di allenarsi con i brasiliani, ma non ha ancora esordito in nazionale.

READ  Mike Schultz sta conquistando l'argento in Italia e si sta preparando per i Giochi del 2022

Nato a Leeds United, Brasile, Rabinha è uno dei protagonisti assoluti della stagione. Il 24enne brasiliano ha una scelta tra l’Italia a causa dei suoi genitori, ma è nato e cresciuto in Brasile. Gli italiani seguono da vicino l’attaccante, ma del Brasile se ne fregano. Si aspettano che Rabinha li raccolga per primo e si trasferisca in Italia solo se non ha futuro con il Brasile.

Anche due argentini di ErTVC Nicolas Tagliafico e Marcos Seneci hanno legami familiari italiani. Tuttavia, entrambi i difensori non hanno avuto dubbi sulla nazionale. Entrambi si sentono argentini. I passaporti italiani dei due sono stati sequestrati sulla base di permessi per Ajax e Fanurd. In questo modo possono iniziare molto velocemente.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24