Ricercatori di Maastricht hanno scoperto come nascono i gemelli identici

Noos Notizie

Finora è stato un mistero, ma gli scienziati di Maastricht sembrano aver scoperto come creare gemelli identici. Questo processo non è stato osservato prima e non si sa come funzioni. In poche parole, possono nascere gemelli identici se il feto mostra una crescita accelerata in una fase molto precoce. L'embrione viene quindi separato in due parti.

I ricercatori lo hanno scoperto impiantando una struttura fetale artificiale all'esterno dell'utero. “Abbiamo reso visibile al di fuori dell’utero ciò che accade invisibile nell’utero”, affermano i ricercatori principali Clemens van Bletterswijk ed Eric Vrij. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Materiale avanzato.

La crescita accelerata avviene nella blastocisti, un tipo di palloncino che successivamente si sviluppa nella placenta. Se questo palloncino cresce troppo velocemente, la massa di cellule che poi diventerà l’embrione verrà divisa in due. I ricercatori ritengono che in casi eccezionali si potrebbero creare triplette o quadruple identiche in modo simile.

Qui puoi vedere come funziona:

Registrazione del tempo della formazione di un feto gemello identico

I ricercatori dell’Università di Maastricht UMC+ e del MERLN Institute hanno ottenuto lo scoop nel 2018 creando il primo embrione artificiale, che è stato poi coltivato da cellule staminali di topo. L’anno scorso, i ricercatori israeliani sono riusciti a fare la stessa cosa con le cellule staminali umane. Ora a Maastricht è stato impiantato un embrione artificiale di gemelli identici.

Ricerca automatizzata

Il fatto che ora comprendiamo come un embrione artificiale si sviluppa in gemelli identici non garantisce con certezza che questo sia esattamente il caso della fecondazione naturale. “Non è assolutamente certo, perché non è possibile studiarlo”, afferma van Bletterswijk. “Ma le prove vengono fornite indirettamente. Ciò che vediamo è completamente logico ed è una spiegazione semplice.”

Apri la scatola nera

L'embriologo Sebastian Mastenbroek dell'Università di Amsterdam UMC – che non è stato coinvolto personalmente nello studio – è affascinato dalla ricerca. “Diversi gruppi in tutto il mondo stanno lavorando allo sviluppo di embrioni artificiali. Questa è una vera innovazione nella scienza della riproduzione negli ultimi anni. Non avevamo quasi idea dei primi giorni e settimane dello sviluppo umano, che Scatola nera “Stiamo aprendo adesso.”

Mastenbrock definisce questa nuova scoperta sull’origine dei gemelli identici “un collegamento a questo sviluppo”. Potrebbero esserci anche applicazioni pratiche. Ad esempio, con l'inseminazione artificiale, dove nascono più gemelli di quelli desiderati. “Se comprendiamo bene il processo, alla fine potremmo essere in grado di ridurre il numero di gemelli identici dopo la fecondazione in vitro.”

Gli stessi ricercatori sottolineano che la loro ricerca può aumentare le conoscenze sugli aborti spontanei e sulla fertilità. Nelle gravidanze gemellari, spesso si verificano complicazioni durante la fase iniziale dell’impianto. Con le nuove conoscenze, può essere prevenuto o trattato.

Membri in crescita

Si concentra inoltre sullo sviluppo di tessuti per i pazienti per i quali non sono disponibili organi donatori. Negli embrioni artificiali si può già vedere l'inizio della formazione degli organi. Se potessero controllare meglio questo processo, si potrebbe, ad esempio, far crescere un tessuto come una valvola cardiaca. “In primo luogo, vogliamo verificare se possiamo coltivare i globuli rossi”, afferma van Bletterswijk. “Mi aspetto che nel prossimo futuro diventi chiaro se ciò è possibile.”

READ  Anteprima di LEGO Horizon Adventures - Dipendenti

Tali sviluppi potrebbero essere ostacolati dalle obiezioni sociali alla ricerca sugli embrioni, ma Mastenbrock non ne ha paura. “La mia esperienza nei recenti dibattiti sociali è che c'è un ampio sostegno per questo tipo di tecniche, a patto che si spieghi chiaramente perché si sta facendo questa ricerca e quanto bene abbiamo organizzato le condizioni per essa nei Paesi Bassi. Solo una piccola percentuale di le persone rimarranno persone in cambio.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24