Rimossa la statua delle vittime del massacro di piazza Tiananmen a Hong Kong

A Hong Kong, è stato rimosso un monumento che commemora il massacro di Piazza Tiananmen a Pechino il 4 giugno 1989. Le prime barricate sono state erette intorno alla statua alta otto metri presso l’Università di Hong Kong. Poi i passanti hanno sentito scavare e bussare e la statua è stata accatastata e portata via.

La statua, chiamata il Pilastro della Vergogna, è composta da cinquanta cadaveri tormentati e volti tormentati accatastati l’uno sull’altro. L’artista danese Jens Galschiot ha fatto questo nel 1997 per commemorare gli studenti assassinati in Piazza Tiananmen. Le stime sul numero dei decessi vanno da poche centinaia a diverse migliaia.

Secondo l’università, non è mai stato concesso il permesso di collocare la statua nel campus e il consiglio ha il diritto di rimuoverla. L’università dice di aver sentito che lasciare la statuetta potrebbe portare a problemi legali.

Il memoriale doveva andare nel magazzino, ma Galchiot temeva che sarebbe stato distrutto. Ha cercato di restituire la statua in Danimarca, ma finora senza successo.

Queste foto mostrano la rimozione della statua dall’università:

READ  Ancora una volta, l'ex presidente del Suriname Bouterse è stato condannato a 20 anni di carcere all'estero

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24