Sonoda: “Prima di andare in Italia ero un bastardo pigro”

Ian Parks e John Bolsher

Yuki Sunoda Afferma di essere un “bastardo pigro” prima di andare in Italia a metà della stagione 2021 per lavorare più a stretto contatto con il team AlphaTauri.

Sonoda è una delle tre persone a fare il loro debutto in griglia di Formula 1 quest’anno Haas– Gemelli Mick Schumacher Dentro Nikita Masebin. Ogni pilota ha avuto le sue sfide, ma dopo aver segnato il suo secondo tempo nei giorni di test e aver raccolto i suoi punti di debutto in Coppa del Mondo in Bahrain, le aspettative erano alte su Sunoda. Tuttavia, le prestazioni dei giapponesi sono diminuite rapidamente sotto forma di una serie di incidenti ed errori.

trasloco

Così AlphaTauri decise di trasferirlo da Milton Keynes a Faenza, dove lavorò a stretto contatto con il team sotto la supervisione del caposquadra Franz Tost. In un’intervista prima della fine della stagione tifosi del GP, Sonoda ha detto: “Questo [de verhuizing] Aiutato nella preparazione. Prima di andare in Italia, ovviamente, ero un pigro assamese.

Prodotto

Sonoda ha continuato: “Dopo l’allenamento, sono andato dritto a casa e ho corso con la PlayStation 5. Mi sono divertito a giocare tutto il giorno. Ecco perché ho sempre fretta di andare alla settimana delle corse. Ho bisogno di più preparazione rispetto ai piloti esperti. “

Analisi della razza

Ciò che è progredito da quando è andato in Italia non è stato solo un prodotto: “Dopo la gara, siamo andati in fabbrica e abbiamo analizzato la gara e abbiamo visto quali erano i problemi. Quelle cose hanno fatto la differenza”, ha detto il pilota 21enne. .

READ  L'Italia sta perseguendo un uomo disoccupato da 15 anni

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24