RIVM: I vaccini proteggono la variante alfa dalla trasmissione del coronavirus

I coinquilini di persone infette vaccinate avevano il 75% di probabilità in meno di contrarre l’infezione rispetto ai loro compagni non vaccinati.

Dopo una vaccinazione parziale di una persona infetta, trasmette ancora il virus al 29% dei suoi coinquilini. Pertanto, un’iniezione del vaccino, che ne richiede due, difficilmente aiuta a prevenire la trasmissione del virus.

Deltavariante

La grande protezione che i vaccini forniscono contro la trasmissione indoor del virus è una buona notizia. Ma la domanda è, ovviamente, fino a che punto ciò si applica anche alla variante delta più contagiosa.

“Probabilmente sembrerà un po’ diverso con la variante delta”, afferma il ricercatore capo Brechje de Gier. “Ma non possiamo fare dichiarazioni certe sulla base di questi dati. Questo studio mostra che i vaccini funzionano molto bene contro la trasmissione del virus e questo è stato chiaramente dimostrato per la prima volta”.

Susan van den Hove, Head of Epidemiology and Infectious Disease Surveillance at RIVM aggiunge: “I dati potrebbero effettivamente risultare diversi, ma l’efficacia di un vaccino non diventerà improvvisamente zero. Probabilmente funzionerebbe allo stesso modo con il delta variabile, ma con un po’ meno protezione. Esatto. Quale importo è impossibile determinare al momento “, afferma.

“Dimostra ancora una volta quanto sia importante essere completamente vaccinati. Per proteggere te stesso e il tuo ambiente”.

READ  "Lascia che i bambini prendano il Covid-19" - Wel.nl

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24