Rivolte di spionaggio in Austria: “Un ex impiegato dei servizi segreti spiava per conto dei russi”

Le rivolte attuali sembrano assomigliare a una serie di spionaggio di Netflix in alcuni punti. Il protagonista di quella serie è Egisto Ott. L'ex dipendente dell'intelligence austriaca è stato arrestato la settimana scorsa dopo un'indagine condotta dal quotidiano tedesco Der Spiegel E la Russia indipendente L'infiltrato.

Hanno dimostrato che Ott non era un normale impiegato dell'intelligence austriaca, ma una spia della Russia.

Si dice che Ott abbia passato informazioni riservate su laptop e telefoni. La storia dietro i telefoni è particolarmente sorprendente. Quindi dobbiamo tornare alla gita in barca. Tra loro c'era qualcuno del Ministero degli Interni, il capo della Polizia federale e il capo dell'Ufficio nazionale per la migrazione e l'asilo. Il viaggio non è andato come previsto, la barca si è capovolta.

Il tecnico ripara i telefoni e trasmette informazioni

I telefoni dei tre uomini sono caduti in acqua e hanno subito danni causati dall'acqua. Un tecnico dei servizi segreti ha riparato i telefoni, ma li ha anche consegnati a Egisto Ott. Sono state fatte copie del contenuto dei telefoni e nell'estate del 2022 sono state inviate al servizio di intelligence russo FSB.

Negli ultimi anni gli austriaci hanno ricevuto indicazioni che in Ott c'è di tutto. Ma non sono riusciti nemmeno ad arrestarlo per insufficienza di prove. Ott ha avuto anche una carriera nella polizia. Nonostante le indicazioni, la sua tessera di polizia non gli è mai stata ritirata. Attraverso questo passaggio ha potuto ottenere informazioni e documenti da agenzie governative, che sono caduti anche tutti nelle mani dei russi.

Non si sa esattamente quali informazioni fossero correlate a questo e cosa si trovasse sui laptop e sui telefoni. In Germania si sospetta che si tratti di informazioni segrete sul proprio Paese. Ma questo non è certo.

READ  Invecchiamento della popolazione giapponese: il produttore di pannolini passa da bambino ad adulto

Questa non è la prima volta che emergono storie su relazioni talvolta calde tra Austria e Russia. Molte di queste storie risalgono agli anni in cui il partito populista di destra della Libertà era membro del governo austriaco. Questo è stato dal 2017 al 2019. Evidenziamo due storie.

Porta di Ibiza

Innanzitutto la porta di accesso a Ibiza. La rivolta ruota attorno all'incontro tra il capo del Partito della Libertà austriaco e la nipote di un oligarca russo. Almeno il capo pensava che fosse sua nipote. Sono state effettuate registrazioni segrete e sembra che il capo dell'FPÖ fosse disposto a concedere contratti governativi alle donne in cambio di sostegno durante la campagna elettorale. Alla fine, il governo in cui sedeva il Partito della Libertà austriaco non riuscì a sopravvivere. Le foto di Ibiza possono essere viste qui:

Poi c'è la storia di Karin Kneissl, che ha servito per due anni come ministro degli Esteri per conto del Partito della Libertà austriaco. Al suo matrimonio nel 2018, ha avuto un ospite speciale: il presidente russo Vladimir Putin, ed è stata fotografata mentre ballava con lui. È stata accusata della sua posizione di ministro. Dopo essere stata ministro Sono partito per la Russia Per lavorare per una compagnia petrolifera, appariva regolarmente sul canale di propaganda statale russo RT.

I buoni rapporti tra il Partito della Libertà austriaco e la Russia hanno suscitato perplessità in altri paesi europei. Pertanto i nostri servizi segreti, l’AIVD, e l’MI5 britannico non volevano più collaborare con gli austriaci. È quanto scrive il quotidiano austriaco Lo standard Già nel 2019. I servizi olandesi e britannici temevano che le informazioni finissero nelle mani sbagliate (russe). Non aiutava il fatto che l’Austria fosse conosciuta anche come un paese in cui apparivano regolarmente spie russe.

READ  Si muove con la Russia o con l’Unione Europea?

Ma come potrebbero essere queste spie in Austria? Secondo Nikki Ekane, assistente professore di intelligence e sicurezza all'Università di Leiden, le ragioni sono diverse. “Per quanto riguarda la prima questione, dobbiamo tornare alla storia. Durante la Guerra Fredda, fu concordato che l'Austria sarebbe rimasta neutrale e non avrebbe scelto una posizione tra l'Occidente e l'Unione Sovietica. Ciò ha permesso ai sovietici di farsi strada Paese.”

Lo spionaggio non è proibito

Cioè, i russi potevano praticare lo spionaggio lì perché vietarlo era considerato non neutrale. È interessante notare che in Austria lo spionaggio non è ancora vietato finché non danneggia lo Stato austriaco. Le spie che apprendono di più sulla Germania o sui Paesi Bassi attraverso informazioni provenienti dall’Austria, ad esempio, non vengono punite formalmente.

“Inoltre, nella capitale austriaca, Vienna, ci sono numerose organizzazioni internazionali”, afferma Ekani. “Pensate a un ufficio delle Nazioni Unite, al centro amministrativo dell'OSCE e dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica. In città lavorano un gran numero di diplomatici e sono tutti immuni. Questa è un'utile copertura per le spie.”

Secondo Ekani il cattivo stato dei servizi segreti è un duro colpo per l'Austria. “Non hanno più alcun ruolo nel Club di Berna, a causa di tutto questo trambusto. Si tratta di un gruppo informale in cui i paesi si scambiano informazioni tra loro. Anche i Paesi Bassi ne fanno parte. I rapporti con l'Austria sono congelati, perché loro non lo sono. ” Altri paesi si fidano.

Le regole cambiano

“L'Austria ora sta cercando di cambiare la situazione. Ad esempio, il ministro responsabile chiede una modifica delle norme sullo spionaggio, norme che stabiliscono che lo spionaggio non è punibile se non danneggia lo Stato austriaco.” I precedenti tentativi in ​​tal senso sono falliti, ma il recente scandalo che circonda Egisto Ot potrebbe essere in grado di cambiare questa situazione per sempre.

READ  IAEA preoccupata per il raffreddamento dell'acqua nella centrale nucleare ucraina dopo la rottura della diga | La guerra in Ucraina

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24