Ronaldo chiede pazienza e modifica il gol dello United: “Perché no?”

giovedì 13 gennaio 2022 alle 08:34
Mart Oude Nijeweeme• Ultimo aggiornamento: 08:37

Il Manchester United si è ammalato nella prima metà della stagione ed è a non meno di 22 punti dalla capolista e acerrimo rivale del Manchester City. Ole Gunnar Solskjaer è stato licenziato ed è stato nominato il manager ad interim Ralph Rangnick, ma la prestazione rimane scadente. Cristiano Ronaldo ha confermato in un’intervista a Sky Sport Che il club non potesse accontentarsi di un posto fuori dai primi tre. I critici esortano anche a concedere tempo a Rangnick.

Ronaldo ha avvertito nell’intervista di non essere venuto allo United per lottare per il settimo posto. Sebbene Rangnick e la sua squadra abbiano subito solo tre gol in Premier League dal suo arrivo, la sconfitta per 0-1 in casa contro il Wolverhampton Wanderers è arrivata come un fulmine a ciel sereno. “Penso che sia positivo cambiare le cose drasticamente. Perché no? Siamo in un nuovo anno, una nuova vita e spero che il Manchester United mostri il livello che i fan vogliono. Se lo meritano. So dove dobbiamo andare., ma Non credo sia saggio dirlo. qui”.

Dall’arrivo di Rangnick, lo United è riuscito a segnare più di una volta. Ronaldo continua: “Stiamo gareggiando, ma non siamo ancora al massimo”. “Abbiamo molta strada da fare e penso che se cambiamo idea possiamo salire a livelli più alti. Da quando è entrato Rangnick, ha cambiato molte cose. Ma ha bisogno di tempo per trasmettere le sue idee ai giocatori. Sono fermamente credo che farà bene, sappiamo che non stiamo giocando, ma ci sono ancora tante partite da migliorare, non è facile cambiare la mentalità dei giocatori, il loro modo di giocare, la cultura e cambiare il sistema. “

READ  Hamilton tiene d'occhio Verstappen, legame di sangue Mercedes a 0,2 mm

Nonostante i progressi dello United dalla nomina di Rangnick, la partenza di Solskjaer ha avuto difficoltà per Ronaldo. “Non è stato facile essere onesti. Stavo giocando con lui, è un bravo ragazzo. Tutti erano tristi quando ha lasciato il club, ma fa parte del calcio. Se le cose non vanno come vuole il club, il club “Devo essere deluso, ma dobbiamo. Capiamo la scelta del club. È stata dura, ma la vita va avanti. Penso ancora che possiamo fare una buona stagione. Anche quest’anno”.



Imparentato

Altre notizie sportive


We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24