Se le leghe sportive non possono farlo, allora i governi dovrebbero porre dei limiti alle leghe maggiori

Il dittatore argentino Jorge Videla era prima della finale della Coppa del Mondo tra Argentina e Olanda il 25 giugno 1978. La partita finì 3-1 per gli argentini dopo i tempi supplementari.Immagine Mirrorpix tramite Getty Images

Questa stupidaggine del Qatar mi dà un travolgente senso di déjà vu. Il deplorevole stato dei diritti umani, vite sprecate, grande corruzione, sensibilità alle proteste e alle manifestazioni, manipolazione politica: perché la storia si ripete in modo sorprendentemente monotono nei campionati sportivi mondiali? È ora di porre fine a questa striscia frustrante. L’idea che ho per questo è nata dalla mia esperienza con quella monotonia.

Circa l’autore

Jan van der Puten Scrittore e giornalista. Dal 1968 al 2003 è stato corrispondente estero (dal 1975 per De Volkskrant ) rispettivamente in Francia, America latina, Italia e Cina.

Nel marzo 1976, il generale argentino Jorge Videla compì il suo tanto atteso colpo di stato. Dopo alcuni giorni, le prime persone intorno a me iniziarono a scomparire. L’organizzazione della Coppa del Mondo FIFA ha rilevato Videla dal governo deposto. Forse, perché dai tempi di Mussolini e Hitler i dittatori hanno capito che sport e politica c’entrano. Il semplice lavaggio delle loro mani sporche non era considerato una cosa a quel tempo Lavaggio sportivo.

La Coppa del Mondo iniziò il 1 giugno 1978. Travestito da reporter di calcio, ero tornato in Argentina. Non sono andato alla partita inaugurale, ma a Plaza de Mayo, dove ho parlato con Mad Mathers. in profondità. Mentre il mondo guardava le partite di calcio, le persone scomparse che erano ancora vive furono gettate in mare. Personalmente ho ricevuto una minaccia di morte da un funzionario governativo. Gli argentini erano in delirio quando hanno vinto il Mondiale dopo la finale contro l’Olanda. Poi è continuato il terrore di stato.

Uccidi il terremoto

Otto anni dopo, la Coppa del Mondo si tenne in Messico. È stato il primo evento sportivo globale dalle Olimpiadi del 1968, noto per aver represso le proteste studentesche contro l’evento dieci giorni prima dell’apertura. Dopo questo massacro ordinato dal governo – da tre a quattrocento morti – i Giochi continuarono senza ostacoli.

Otto mesi prima della Coppa del Mondo in Messico, un’altra chiave inglese è minacciata, questa volta da un micidiale terremoto. La prima domanda che ho ricevuto dopo il disastro dalla rubrica di attualità della radio olandese: “Ci saranno i Mondiali?” Il presidente della FIFA João Havelange mi ha spiegato che il torneo deve continuare a calmare le vittime. I campi e l’erba in Messico sono stati in gran parte viziati da più di un quarto di milione di senzatetto, che spesso hanno dovuto accamparsi per strada o nei campeggi per anni dopo la Coppa del Mondo.

Pratiche corrotte

Quattro anni dopo, un nuovo scandalo: la Coppa del Mondo FIFA 1990 in Italia. Gli stadi e le altre strutture costano centinaia di milioni in più rispetto a quanto inizialmente preventivato. Era il tramonto del vecchio regime dei democristiani e dei socialisti, che si spartirono fraternamente le spoglie.

Quando ho denunciato quelle massicce pratiche di corruzione, nessuno nei Paesi Bassi ha pensato che fosse strano, perché così erano le usanze italiane. Il magistrato, Antonio Di Pietro, l’ha trovata strana. L’Operazione Mani Pulite è stata lanciata, metà dei politici è stata richiamata, il sistema politico è crollato – e poi Berlusconi è passato all’ala destra. Dopo di che le cose non sono andate bene con l’Italia.

Il mio ultimo evento sportivo fino ad oggi sono state le Olimpiadi di Pechino del 2008. La candidatura cinese era stata precedentemente respinta a causa del massacro di Piazza Tiananmen nel 1989. Questa volta, la Cina ha promesso che i diritti umani continueranno a migliorare. Ci dovrebbero essere dimostrazioni durante i giochi. Ha detto che il festival olimpico contribuirà alla democratizzazione della Cina Comitato Olimpico Internazionale.

Non ho mai visto i cinesi impazzire come il Mission Day. Ma poi interi quartieri cittadini hanno dovuto cedere il passo alle sedi olimpiche. I giochi erano fantastici, ma non avevano nulla a che fare con lo sport. Hanno dato alla Cina l’opportunità di presentarsi come una potenza mondiale. Le misure di sicurezza erano senza precedenti. Tutte le richieste di dimostrazione sono state respinte. Tuttavia, due donne sono venute a protestare contro la demolizione della loro casa. Sono stati arrestati. Il capo della sicurezza olimpica era un politico relativamente sconosciuto, il vicepresidente Xi Jinping.

Sport e politica

Come si possono prevenire tali scandali? Non aspettatevi nulla dalle federazioni sportive nazionali e internazionali e dai comitati olimpici, perché non sono abituati a resistere ai regimi autoritari e ai grandi soldi. Immaginano ancora che lo sport e la politica siano separati, ma parte del sistema. Non sono la soluzione, ma il problema. Questo problema può essere affrontato solo a livello di governo. I Paesi Bassi, insieme a quanti più altri paesi europei possibile, dovrebbero stilare un elenco di condizioni che gli organizzatori dei campionati del mondo devono soddisfare. Le Società Nazionali devono aderire a questo elenco. Perché le autorità politiche decidono i problemi politici.

effetto deterrente

Questi termini vanno oltre i requisiti infrastrutturali e finanziari. Riguarda i diritti umani, la libertà e la rettitudine, valori che l’Europa rivendica come fondamentali. Se un paese scelto come organizzatore del torneo non ha un messaggio di questi valori, allora l’Europa semplicemente non si unisce alla festa. Ciò avrà un forte effetto deterrente, perché senza l’Europa il torneo perderà il suo livello globale.

Questo piano arriva troppo tardi per il Qatar. Ma se vogliamo più valori umani nella nuova era in arrivo, lascia che un simile elenco arrivi presto.

Vuoi rispondere? Invia un contributo di opinione (massimo 700 parole) a opinionvolkskrant.nl o un’e-mail (massimo 200 parole) a [email protected]

READ  Rilassati a mano sul pulsante di pausa

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24