“Siamo orgogliosi di sapere ciò che i nostri ospiti trovano importante”

Quando l’intera Olanda pensava di sbarazzarsi di Corona dopo la prima chiusura, il proprietario dell’edificio Paul Krugerkade si è avvicinato a Cem Sahbaz di Heerenveen. Se è interessato ad affittare la proprietà e trasformarla in qualcosa di bello in modo che sia una risorsa per Heerenveen. Il cuore dell’imprenditorialità di Cem inizia a battere più forte. L’edificio ha molto potenziale e fortunatamente anche la sua ragazza Tessa è entusiasta.

tutta la testa

“Quando ero un ragazzino, camminavo spesso per questa strada, e poi ho pensato che fosse l’edificio più carino della strada”, dice Jim. “Non abbiamo dovuto pensarci a lungo. La prima ondata di corona era appena passata e quasi nessuno ha visto arrivare la seconda ondata. Quindi abbiamo pensato di avere un buon tempismo. Dopo alcune notti di sonno abbiamo deciso di andarci a luglio . Ci è voluto un anno per sistemare Tutto, ma quando facciamo qualcosa, lo facciamo bene. Da cima a fondo: tutto questo viene capovolto”.

buona base

La coppia si conosce dall’Università di Scienze Applicate Hanse di Groningen. Si sono conosciuti lì cinque anni fa. Non avrebbero mai immaginato che dopo tre anni avrebbero avuto l’attività di ristorazione dei loro sogni. Tuttavia, entrambi hanno già un background significativo nel settore dell’ospitalità. Ad esempio, quando Tessa aveva 18 anni, iniziò a lavorare in estate presso Schiermonnikoog. Dopo diversi lavori nell’industria alimentare, ha aperto la sua caffetteria all’età di 25 anni: Coffee Break a Groningen, una delle tre attività che la coppia ora gestisce insieme.

cucchiaio

Se qualcuno è nel settore dell’ospitalità, è Cem. È cresciuto nel ristorante italiano di suo padre, Paolo, che gestiscono insieme. “Adoro trattare con le persone. Con il tuo ristorante hai visitatori ogni giorno”, dice raggiante. Lavora nel ristorante da quando aveva quindici anni. Dal lavaggio al servizio: nutrire con un cucchiaio. Grazie all’affiatata azienda di famiglia, si è presto reso conto di voler lavorare anche nel settore dell’ospitalità. “Mi piace fare cose nuove, fare qualcosa. Con la libertà di decidere da solo cosa fare, sono al mio meglio”.

READ  Elena Ferrante parla della paura degli studenti universitari

Perfezione, fin nei dettagli

Quindi il loro nuovo ristorante è una grande tela bianca per Cem. La coppia ha ribattezzato la loro attività di catering in Paultje Café Cuisine e sanno esattamente come vogliono. Jim: “Ho progettato una buona parte degli interni. E farei molto su questo. Ma deve solo avere ragione. Ad esempio, abbiamo aspettato tre mesi per un pezzo di carta da parati dalla Danimarca”. E i sedili sono rossi? “L’ho posizionato sulla porta d’ingresso del municipio che vedi dall’altra parte e l’ho eseguito su tutto il piano terra”, spiega con orgoglio.

L’ospitalità come forza trainante

Il successo dei loro ristoranti risiede nella loro attenzione per gli ospiti. Qualcosa che i due hanno imparato nel corso degli anni. Ammetti che ogni tanto commetti degli errori, perché semplicemente non puoi imparare questa abilità da un libro. Tessa: “Quando ho iniziato a gestire un’azienda, ho fatto molte cose sbagliate. Facendo errori e lasciandoti ispirare dalle cose intorno a te, migliori ogni volta. Nel corso degli anni, siamo diventati davvero bravi a capire cosa è importante ai nostri ospiti. E questo va dallo staff alla copertina. Aria. Sì, sono molto orgoglioso che ora stiamo facendo un lavoro molto migliore di quello che eravamo all’inizio. “

sensibilità alla negatività

Il bicchiere è sempre mezzo pieno con la coppia di testa. Dopo un anno di attività, potrebbero finalmente aprire. Ma dopo due mesi, grazie a Corona, devono chiudere di nuovo i battenti. Rimangono positivi e sono costantemente alla ricerca di lavoro per i propri dipendenti. E c’è qualcosa che non puoi avere? Poi lo fanno da soli. È così che Tessa inciampa alla ricerca del chicco di caffè perfetto. Nel frattempo, ha i suoi fagioli arrostiti. E presto apriranno un sito web affinché tutti possano degustare “l’oro nero”. Così, la quarta società diventa realtà.

READ  Re Filippo incontra il presidente italiano Mattarella e il presidente del Consiglio...

Puoi imparare a combinare

La sfida più grande sta nel riunire le tre società di catering. Tessa: “Ogni azienda ha il suo stile. Il nostro gruppo target, ma anche momenti di punta diversi. Soprattutto quando Paultje ha appena aperto, dovevamo davvero trovare la nostra strada. E preferisco ancora essere a Groningen e qui a Boltje allo stesso tempo Ma non volendo fare tutto da soli, le cose migliorano molto.

Testo e foto: Sonya Harkema

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24