TGcomnews24

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Sjinkie Knegt ringrazia il personale dell’ospedale per il lavoro tecnico | sciare

Le cose vanno male per Negat nel gennaio 2019 quando ha acceso una stufa a legna in casa sua. Rimase gravemente ferito e trascorse sette settimane in ospedale a Groningen dove fu sottoposto a un trapianto di pelle.

Knigt è molto grato a tutti i medici e gli infermieri che lo hanno aiutato dopo l’incidente. Sabato ha consegnato il dipinto, che ha dipinto insieme all’artista Michel Welt, ai lavoratori di Groningen.

Sjinkie Knegt sta lavorando al suo disegno.

Sjinkie Knegt sta lavorando al suo disegno.

“È molto bello poter restituire qualcosa all’ospedale Martini in questo modo. Hanno fornito ottime cure in quel momento e grazie a loro ora posso completare la mia missione sulla strada dell’oro. Si è completamente ripreso ed è completamente preparato per le Olimpiadi invernali del 2022, che inizieranno a Pechino il 4 febbraio 2022.

Sonya Schulten, un medico ustionato presso il Burns Center di Groningen, afferma che il dipinto è un’ispirazione per il personale e i pazienti. Il medico spiega che “la cura delle ustioni non si limita solo alla guarigione delle ustioni”.

Il trattamento si concentra sul massimo recupero possibile per il paziente in modo che possa fare di nuovo ciò che è importante per il paziente. Per Sjinkie, si trattava di tornare sul ghiaccio ed esibirsi al massimo livello. Sjinkie mostra che questo è possibile nonostante le cicatrici. Questo da solo merita una medaglia d’oro. Quanto sarebbe bello se lo vincesse anche ai Giochi Olimpici.

Knegt con la sua pittura.

Knegt con la sua pittura.