Tribunale israeliano: torna in Italia un bambino sopravvissuto a un disastro in funivia | All’estero

A maggio, il giovane Eitan Biran è stato l’unico sopravvissuto a un incidente che ha ucciso 14 persone, compresi i suoi genitori e parenti. Erano in una stanza che è crollata a causa di un cavo rotto. Il piccolo è finito in ospedale e poi affidato a una zia in Italia.

Al nonno Shmulek Peleg è stato permesso di visitare suo nipote e poi ha trasportato il ragazzo in Israele su un aereo privato, senza il permesso della zia. Secondo Peleg, i genitori di Eitan volevano che il figlio crescesse lì. Il giudice israeliano non era d’accordo e il mese scorso ha ordinato il ritorno del ragazzo dalla zia.

tentativo disperato

Quindi il nonno ha fatto un altro tentativo infruttuoso di ribaltare questa decisione in appello. E il ministero della Giustizia israeliano ha annunciato, giovedì, il rigetto delle obiezioni di Peleg. I suoi avvocati stanno valutando di rivolgersi alla Corte Suprema.

Nel frattempo, i problemi legali di nonno Flegg si accumulano. I pubblici ministeri italiani questa settimana lo hanno accusato di rapimento di minore. Si dice che abbia realizzato un “piano criminale” accuratamente preparato. L’Italia ha anche chiesto l’arresto del presunto partner dell’uomo, che sarebbe stato assunto per aiutare a portare il ragazzo in Israele.

READ  Liberato in Libia il figlio dell'ex dittatore Gheddafi

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24