Un avocado su Marte? I nostri cervelli stanno facendo di nuovo gli straordinari grazie a una nuova immagine del rover su Marte Perseverance

Una nuova immagine del rover su Marte Perseverance suggerisce che anche i millennial potrebbero immergersi su Marte. Ma sfortunatamente… le apparenze ingannano (di nuovo).

Chiunque dia un’occhiata a questa foto probabilmente vedrà qualcosa di rapidamente riconoscibile. Soprattutto se questa persona può annoverarsi tra la generazione dei Millennials o la cosiddetta generazione dell’avocado. Nell’immagine – scattata utilizzando una delle telecamere montate in alto sul rover su Marte Perseverance – è illuminato un oggetto che assomiglia sospettosamente a un avocado tagliato. C’è anche il nocciolo di avocado!

Pietre
Tuttavia, un esame più attento rivela presto che il nostro cervello ci sta giocando brutti scherzi. Perseverance non ha scoperto degli avocado su Marte, ma ha invece individuato due rocce. Per coincidenza, uno di essi era stato in qualche modo eroso dalla corrosione – ad eccezione della sezione centrale – creando l’illusione di una buccia di avocado e il secondo, la pietra semplice della porta accanto, improvvisamente assomigliava anch’esso a una buccia di avocado – sebbene trasformata.

Immagine: NASA/JPL-Caltech/Arizona State University.

Pareidolia
È il classico esempio di pareidolia: un fenomeno psicologico in cui improvvisamente pensiamo di vedere qualcosa di riconoscibile negli oggetti di tutti i giorni – come ad esempio una pietra. Un altro buon esempio di pareidolia è quando vedi animali tra le nuvole o un volto nella schiuma di un cappuccino.

Modelli
Si ritiene che la pareidolia sia causata dal forte bisogno del nostro cervello di creare connessioni tra le cose che incontriamo. Ci consente di vedere rapidamente i modelli. Questo è importante perché ci permette anche, ad esempio, di identificare rapidamente il rischio. Ad esempio, il tuo cervello può stabilire rapidamente la connessione tanto necessaria tra un fruscio tra i cespugli e la sagoma di un predatore. Ma a volte il nostro cervello lavora troppo velocemente e crea connessioni che semplicemente non esistono.

READ  I russi si stanno riprendendo l'America dalla Stazione Spaziale Internazionale, ma è già ricominciata la Guerra Fredda nello spazio | sapere

porta
Quest’ultima cosa ci capita spesso quando vediamo le foto scattate su Marte. Ad esempio, in precedenza le persone pensavano di aver visto una porta su Marte.

In un’immagine scattata dal rover su Marte Curiosity, una formazione rocciosa sembra avere una porta. Immagine: NASA/JPL-Caltech/MSSS.

Alla fine, la porta si è rivelata molto più piccola di quanto suggerirebbe l’immagine di Curiosity (si pensi alle dimensioni della porta di un cane) e la NASA ha rivelato che si trattava di una normale frattura naturale in una roccia.

gli alberi
Inoltre, in precedenza le persone pensavano di aver avvistato alberi su Marte (vedi immagine sotto). Ma anche questa era un’illusione: questi “alberi marziani” non sono né più né meno che sabbia scura spinta in superficie attraverso le dune dal ghiaccio di anidride carbonica riscaldato dal sole.

Immagine: NASA.

libro
E recentemente il nostro cervello sembrava indicare che anche ai marziani piace leggere; Su Marte, il rover Curiosity ha individuato un oggetto che assomiglia sospettosamente a un libro aperto. Ma questa era anche “solo” una pietra che era stata erosa in modo particolare, come ci ha ricordato la NASA.

Immagine: NASA/JPL-Caltech/MSSS.

Ci sono molti oggetti marziani che hanno già acceso la nostra immaginazione. Che ne dici del volto famoso su Marte, o di quel cucchiaio galleggiante, o del logo di Star Trek su Marte? Tutte le illusioni finiscono, grazie alla nostra mente a cui piace fare gli straordinari cercando di proteggerci.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24