Un ottimo peccatore guida l’Italia alla vittoria nella finale di Coppa Davis

Domenica scorsa Matteo Arnaldi era stato troppo forte per Alexei Popyrin in tre set: 7-5, 2-6, 6-4. Di conseguenza, la partita finale di doppio non era più il fattore decisivo. Popyrin ha lasciato non meno di otto break point inutilizzati nel terzo set.

Il capitano Paul Haarhuis ha parlato venerdì dopo la sconfitta nei quarti di finale del “Sinner Show” (1-2) contro l’Olanda. Il leader italiano è passato ad un livello superiore, sabato, nella semifinale contro la Serbia (2-1), battendo Novak Djokovic in singolo e doppio.

‘Tutti’

Anche De Minaur non ha saputo rispondere nel finale ai servizi potenti e ai dritti dell’assoluto Sinner. L’australiano ha lottato per ciò che meritava, ma durante il secondo set della battaglia finale ha sentito sempre più di non avere alcuna possibilità.

Athim ha scatenato le sue emozioni dopo la sua vittoria decisiva. Ha festeggiato la vittoria con i compagni e ha sventolato la bandiera italiana. Poi ha ringraziato i tifosi italiani sugli spalti. “Ci avete supportato incredibilmente. È fantastico vincere questo titolo insieme. Non avremmo potuto finire la stagione in un modo migliore.”

Rafforzare

L’Italia ha vinto la Coppa Davis per la seconda volta dopo il 1976. L’Australia è già stata la migliore nel torneo per nazionali 28 volte. Ma gli australiani hanno vinto l’ultima volta la Coppa Davis vent’anni fa. Nel 2003 erano troppo forti per la Spagna sulla pista in erba di Melbourne.

L’anno scorso l’Australia ha perso 2-0 in finale contro il Canada, che aveva a disposizione Denis Shapovalov e Felix Auger-Aliassime. Sono scomparsi in Spagna quest’anno.

READ  Potenti giocatori di hockey spazzano via la Gran Bretagna dal campo

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24