Una causa per il blocco di Russia Today: ‘L’embargo intacca lo stato di diritto’

Dopo alcuni dubbi sulla portata del divieto, La maggior parte dei fornitori di servizi olandesi Non solo ha rimosso i canali dal loro pacchetto, ma nella maggior parte dei casi ha anche bloccato i siti collegati. I giornalisti di NOS hanno anche notato in Germania, Spagna, Belgio e Italia che uno o più fornitori di servizi hanno scelto di imporre il blocco. A proposito, la maggior parte dei provider olandesi non offre più il canale.

Il modo in cui questo divieto è arrivato è una spina nel fianco della NVJ. “Spetta ai governi e ai parlamenti emanare regolamenti, quindi i giudici e le autorità dei media devono far rispettare tali regole”, ha affermato Bruning. “Ora i ministri dicono con le loro mani: abbiamo escogitato una nuova regola e la mettiamo subito in pratica”.

neutralità della rete

Indipendentemente da ciò, l’azione va lontano, secondo le parti dietro la causa. “Il legislatore ci ha detto che come provider dovremmo essere imparziali e non interferire con il contenuto”, afferma Schulte ter Horst. “Questa sarà la prima volta che il principio della neutralità della rete viene compromesso dalla disinformazione. Questa è una minaccia per l’Internet aperta

Bruning: “Con il divieto si impedisce a chiunque di chiedere quelle informazioni, compresi scienziati e giornalisti”.

Non solo Freedom è coinvolta nel processo, ma si sono uniti anche provider di hosting e servizi Internet come BIT, MijnDomein e A2B. Mancano grandi partiti come KPN e Ziggo.

READ  Enorme convoglio russo si divide. • Zelensky: evacuate 40.000 persone

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24