Vino arancione? Chiamiamola invece Ambra

Devo essere onesto. Fino a poco tempo fa una cosa del genere era sfuggita alla sua esistenza Vino all'arancia era In Italia non ha avuto molto impatto. Il bevitore medio di vino italiano è molto conservatore, motivo per cui in Italia non si pubblica molto a riguardo. Ma l'orange wine sembra essere nei Paesi Bassi e in Inghilterra, e mi piace Vino ambrato Considerando le grandi catene nel loro raggio d'azione, vorrei dire che quest'anno ce la faremo. Così sono andato velocemente nella più grande enoteca d'Italia e ho trovato 1 bottiglia di vino arancione, Vermentino della Maremma. Mentre è prodotto principalmente in Friuli e in Sicilia.

Circa tre anni fa, il vino arancione ha preso piede a Vinithali ed è stata persino creata un'associazione per sostenere il prodotto. Se ne è parlato con entusiasmo nel 2020 sul sito orangewine.it, a cui aderiscono circa 40 aziende vitivinicole. Purtroppo non riesco più a trovare l'orange wine sui siti web di questi vigneti.

Tutti i colori del vino

Il vino all'arancia è una trovata?

Ovviamente no! (Non lasciatevelo chiedere da Halbertsma.) Non per niente gli italiani non si alzano dal letto. Si basa su antiche tecniche di vinificazione ed è preso molto sul serio dagli appassionati di vino e vino. La base di partenza sono le uve bianche, ma seguono il metodo di produzione dei vini rossi, che prevede il contatto con le bucce (a volte con i raspi) e la loro macerazione per un periodo variabile da qualche giorno. per alcuni mesi. Il vino viene conservato in orci di pietra o botti di legno (preferibilmente non queste ultime, poiché lasciano un retrogusto distinto). Il risultato? Di caratteristico colore arancio o ambrato, questi vini prendono il loro nome. Ma non è tutto, perché seguendo questa tecnica si ottiene un vino con maggiore complessità e struttura, data soprattutto dalla presenza di tannini, ma abbinata a freschezza e sapidità.

READ  L'Italia eliminerà gradualmente le garanzie statali e si concentrerà sulle infrastrutture chiave -3 ottobre 2023 15:03

Cantina Karepa

Antica tradizione agricola

Un'antica tradizione agricola scomparsa o quasi scomparsa in Italia con l'avvento delle nuove macchine enologiche che permettevano ai vignaioli di eliminare immediatamente le bucce. Ma questa tradizione continua ancora nella Repubblica della Georgia, la culla del vino, dove davvero non si fa altro. Nelle campagne italiane il contadino non rinunciava mai a togliere le bucce agli acini. In Friuli, Emilia, Veneto e Liguria esistono ancora luoghi dove le bucce di uva bianca vengono ancora vinificate in casa.

qvevri

Di conseguenza, un vino da tavola si sposa bene con la cucina regionale, ma anche con la cucina giapponese e asiatica in generale. Si sposa bene con gli orange wine, piatti di pesce crudo e cotto e carni di agnello o capretto. I vegetariani possono abbinare gli orange wine alle classiche zuppe della cucina mediterranea o a piatti un po' più elaborati come la parmigiana di melanzane o la tempura di verdure miste.

Georgia, culla del vino ambrato del Quevri

Antica cantina

Botti di vino a Pompei

La Vinificazione Quervi è Patrimonio dell'Umanità UNESCO

Vino Quevri Viene prodotto in tutta la Georgia, soprattutto nelle comunità rurali dove vengono coltivati ​​vitigni unici. Qvevri è un vaso di terracotta a forma di uovo utilizzato per preparare, maturare e conservare il vino. La conoscenza e l'esperienza del kvevris e della vinificazione vengono tramandate da famiglie, vicini, amici e parenti, tutti partecipanti ad attività condivise di raccolta e vinificazione. I bambini imparano a coltivare la vite, a pigiare l'uva, a fermentare il vino, a raccogliere l'argilla e a distillare il quevris vegliando sui genitori. Il processo di vinificazione consiste nel pigiare l'uva e versare il succo, le bucce, i raspi e i semi nel Qvevri, che viene coperto e sepolto nel terreno in modo che il vino possa fermentare per cinque o sei mesi prima di essere bevuto. La maggior parte degli agricoltori utilizza questo metodo per produrre vino. L'alcol gioca un ruolo importante nella vita di tutti i giorni e nella celebrazione di eventi e rituali laici e religiosi. Le cantine sono ancora considerate i luoghi più sacri della casa di famiglia. La tradizione della produzione del vino Qvevri definisce lo stile di vita delle comunità locali ed è una parte inseparabile della loro identità e del loro patrimonio culturale, il vino e la vite sono spesso menzionati nelle tradizioni orali e nelle canzoni georgiane.

READ  In Italia, Corona Pass è il tuo "biglietto extra"

Pulizia delle botti di vino

Non servire mai il vino ambrato/arancione freddo

Come per tutti i vini, anche la temperatura di servizio è importante: non servite questo vino freddo, ma intorno ai 15°, magari stappando la bottiglia prima di servire.

I vini ambrati (di solito) provengono da uve coltivate biologicamente

I vini ambrati sono sempre vini naturali? Non è necessario, ma di solito lo è. Di solito sono realizzati con uve pure, biologiche o biodinamiche perché tutto ciò che è presente nelle bucce viene restituito al vino. I vini ambrati o arancioni sono salutari, ma sono ancora i vini principali, anche se si stanno espandendo in tutto il mondo. Potrebbero sembrare un po' complessi al primo incontro, ma questi vini sono così ricchi di aromi e sapori che creeranno rapidamente dipendenza. Direi di provarlo.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24