Home Calcio Dries Mertens innamoratissimo di Napoli

Dries Mertens innamoratissimo di Napoli

215
SHARE
Dries Mertens innamorato di Napoli

Dries Mertens innamoratissimo di Napoli

Dries Mertens, il piccolo folletto belga del Napoli, autore in questo mese di dicembre di prestazioni spettacolari, condite per giunta da gol a grappoli realizzati nel suo nuovo ruolo di centravanti, innamoratissimo della città di Napoli, ha manifestato apertamente l’intenzione di restare nel capoluogo campano a vita. La società di De Laurentiis è già pronta a prolungargli il contratto fino al 2020 con un aumento di ingaggio a partire da 2,2 milioni a salire, fino ad arrivare ai tre milioni di euro a stagione.

Un solo dubbio per De Laurentiis: il patron è indeciso se mettere o meno nel nuovo contratto che partirà dal 2018, una clausola rescissoria di 50 milioni valida, però, soltanto per l’estero. A quanto pare sarebbe stato lo stesso Dries Mertens a chiedere l’inserimento della clausola ma il club azzurro non sembra al momento disposto ad inserirla. Secondo quanto dichiarato dal piccolo attaccante azzurro in un’intervista al quotidiano “TuttoSport“, la sua famiglia si troverebbe benissimo a vivere in Italia ed in particolare in questa splendida metropoli, per cui è sua intenzione, una volta raggiunto l’accordo economico col Napoli, di comprare casa qui a Napoli. Infatti Dries, dopo la carriera calcistica, non  intende  più tornare in Belgio.

Questo 2016 che sta per passare il testimone è stato, sicuramente molto positivo per Dries Mertens, un anno straordinario sotto ogni punto di vista. L’attaccante della nazionale belga, per la cronaca, è stato votato come migliore giocatore dell’anno della Serie A. Gli addetti ai lavori gli hanno attribuito un 7 pieno che lo colloca al primo posto di questa speciale classifica dei migliori giocatori del massimo campionato, nell’anno solare 2016, davanti al gallo Belotti e Paulo Dybala.

La sua trasformazione da attaccante esterno sinistro a centravanti puro, voluta da Sarri per sopperire all’assenza forzata di Milik, è stata fenomenale. Si è calato nel ruolo con una disinvoltura unica, ottenendo dei risultati incredibili; gol da cineteca, degni dei migliori bomber europei. Nelle ultime tre gare ha realizzato la bellezza di otto reti che lo hanno proiettato a quota 11 nella graduatoria dei marcatori di serie A. A questo punto la dirigenza partenopea non può far altro che  blindarlo con il prolungamento del contratto.

Rispondi