AEX si avvia verso un inizio più alto nel nuovo anno azionario 2022


Foto: ANP

L’AEX di Amsterdam sembra destinato a iniziare leggermente in rialzo lunedì nel nuovo mercato azionario del 2022. Più avanti nella settimana, l’attenzione si concentrerà sui verbali della riunione della politica federale degli Stati Uniti e sul rapporto ufficiale sull’occupazione del governo degli Stati Uniti.

Anche altri mercati azionari europei dovrebbero aprire in rialzo. A Londra, gli investitori hanno ancora un giorno libero. In Asia, lunedì i mercati finanziari di Cina, Giappone e Australia sono rimasti chiusi. A Hong Kong, il mercato azionario è stato aperto e le negoziazioni di azioni Evergrande sono state sospese. Secondo i media locali, al travagliato gruppo immobiliare cinese è stato ordinato di demolire 39 complessi di appartamenti perché i permessi di costruzione sono stati ottenuti illegalmente.

Le compagnie aeree sono ancora sotto i riflettori aziendali. Migliaia di voli statunitensi sono stati cancellati o ritardati di nuovo lo scorso fine settimana a causa del maltempo e dei casi di coronavirus tra i dipendenti delle compagnie aeree. A causa della rapida diffusione della variante omikron, le compagnie aeree statunitensi stanno affrontando la perdita di piloti e personale di cabina a causa di malattie o isolamento.

A Milano l’attenzione è puntata sul debutto in borsa del gruppo Iveco. Il produttore di camion e autobus è elencato separatamente da CNH Industrial, che è controllata dalla famiglia del miliardario italiano Agnelli. Gli azionisti di CNH riceveranno un’azione Iveco ogni cinque azioni CNH. Nel dicembre dello scorso anno, il gruppo automobilistico tedesco Daimler ha messo in piedi tutte le sue divisioni di autocarri quotandosi alla Borsa di Francoforte.

L’indice AEX è sceso dello 0,3% su base annua venerdì dopo una sessione di negoziazione ridotta a 797,93 punti. L’indice principale è aumentato del 28% nel 2021. A Wall Street, il Dow Jones Industrial Average ha chiuso in calo dello 0,2% a 36.338,30 punti. L’ampio indice S&P 500 è sceso dello 0,3 percento e l’indice tecnologico Nasdaq ha perso lo 0,6 percento.

READ  L'area più popolata del mondo è la principale fonte di emissioni di anidride carbonica

L’euro ha toccato $ 1,1342, contro $ 1,1326 venerdì. Il prezzo di un barile di petrolio americano è diventato dello 0,8 per cento a 75,80 dollari. Anche il prezzo del petrolio Brent è aumentato dello 0,8 per cento a 78,37 dollari al barile. Nel mercato petrolifero l’attenzione è focalizzata sull’incontro tra petrolio dell’Opec e alleati come la Russia, che si terrà martedì. Successivamente, l’OPEC+ deciderà sulla produzione di petrolio a febbraio.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24