Ajax e Feyenoord hanno gareggiato con tutta l’Europa per il “Cruijff del Montenegro”

venerdì 12 novembre 2021 alle 00:00
Chris Major• Ultimo aggiornamento: 19:28

Quando sabato sera a Podgorica gli arancioni affronteranno il Montenegro, torna in campo uno dei calciatori più famosi che abbiano prodotto di recente il suo Paese. Stefan Jovic ha saltato il precedente incontro di Eindhoven – dove l’Olanda ha vinto 4-0 – a causa di un infortunio al polpaccio. Sono stati quegli infortuni che hanno fatto sì che il 32enne ex prodigio dell’Hertha BSC non diventasse mai il miglior giocatore che potesse essere.

Scritto da Chris Meijer

La reazione di Martin van Geel è stata ferma e forse un po’ violenta. “Non lavoriamo proprio con nessuno”, ha risposto l’allora allenatore dell’Ajax, quando si è confrontato nell’autunno del 2007 con le dichiarazioni dell’agente di Jovic. Ha affermato che l’Ajax era il più pericoloso sul mercato per l’allora diciassettenne attaccante ombra. Anche Tomislav Karadzic, presidente del Partizan Belgrado, ha parlato di “offerta ufficiale” dell’Ajax. “Il suo livello è un segreto commerciale. Ma ci aspettiamo altri. C’è molto interesse in lui”, ha detto Karadzic. A causa del nome e della reputazione dell’Ajax come trampolino di lancio per il vertice europeo, Jovic avrebbe preferito un passaggio ad Amsterdam rispetto al Feyenoord , Arizona, Manchester United, Real Madrid, Juventus e tutta una serie di superpotenze europee.

L’articolo continua sotto il video

mette in evidenza | 1. FC Colonia – Hertha BSC | Hertha “Capital Club” fornisce un servizio di chiamata telefonica

Altri video

Gli scout di quei tempi uscivano sempre dallo stadio del Partizana con un nome cerchiato nei loro taccuini: il nome numero 35 del Partizan Belgrado. Questo copricapo dai capelli ricci – che molte persone hanno ricordato al chitarrista dei Queen Brian May del suo taglio di capelli – era straordinariamente completo nonostante la sua giovane età. In forma, ottimi dribbling, veloci, tecnicamente talentuosi, creativi, versatili, spesso coinvolti nel gol: gli scout possono determinare tutto. Il Partizan ha portato via Jovic dalla sua città natale di Podgorica all’età di 14 anni, iniziando la sua carriera all’OFK Titograd. Meno di due anni dopo, ha già fatto il suo debutto nella prima squadra del club serbo e dopo è andato rapidamente. A 17 anni, 10 mesi e 21 giorni, il capitano ha vestito per la prima volta il Partizan.

“È stata una sorpresa perché c’erano molti giocatori più anziani ed esperti là fuori. Hanno scelto me, non ho idea del perché. Ma ne ero felice. Il Partizan è un grande club e io ero un ragazzino. Forse alcuni dei più grandi i giocatori erano un po’ arrabbiati perché volevano essere anche loro capitano. Non su di me, ma al club. Non hanno mai detto nulla su di lei e hanno avuto ragione. Ecco perché abbiamo vinto tutto in questa stagione “, ha detto Jović in un’intervista a guardiano. Ha vinto la doppietta serba nel 2008 e poi si è rivelato insostenibile al Partizan. Non Ajax, Feyenoord o Arizona, ma la Fiorentina è diventata il suo prossimo club. Gli italiani hanno pagato otto milioni di euro, ben al di sotto del prezzo richiesto di 15 milioni di euro precedentemente riportato. A Firenze si è parlato di un vero e proprio colpo di Stato: la Fiorentina è riuscita a rubare un bambino prodigio dai nasi dei più grandi club d’Europa.

READ  Ultime notizie di marketing sportivo: l'Ajax firma un accordo con Flink per la consegna espressa | gli sport

Con la Fiorentina, Jovic ha segnato 40 gol e 21 assist in 134 partite prima di essere ceduto al Manchester City dopo 5 stagioni per 26 milioni di euro.

“Tutti i grandi club d’Europa gli hanno dato la caccia. E quando dico tutto sui grandi club, non esagero. Il Real Madrid ha fatto un’offerta interessante e ne abbiamo sicuramente parlato. Ma Pantalio Corvino (direttore sportivo della Fiorentina, editor) lo chiamava ogni giorno, e lo voleva.”C’era un piano molto chiaro per svilupparlo”, ha detto Vali Ramadan, agente di Govtec. Nazione. Jovic ha continuato a crescere bene alla Fiorentina, e anche per questo, il futuro della nazione calcistica montenegrina era più o meno sulle sue spalle. Ha giocato e segnato nella prima partita internazionale ufficiale del paese nel 2008 contro la Bulgaria. Per un talentuoso montenegrino il confronto con Dejan Savevic non è lontano. È uno dei più grandi calciatori montenegrini di tutti i tempi, vincendo la Champions League con la Stella Rossa Belgrado e il Milan. Lo stesso Savevic ha aumentato un po’ la pressione durante il periodo di Jovic alla Fiorentina. “Vedo in lui un potenziale infinito. È il nuovo Savicevic? No, può fare di meglio. Mi ricorda Johan Cruyff. Alla sua età giocavo ancora per qualche centinaio di persone nel Buducnost. Gioca contro il Liverpool nel Champions League.”

avanti veloce Fino al 2021. Jovic non è diventato il nuovo Johan Cruyff. Né ha raggiunto strutturalmente il livello di Lionel Messi, Gabriel Batistuta, Roberto Baggio o Kakà, i giocatori a cui un tempo era paragonato. Il suo corpo lo ha tradito più spesso dei giocatori che era destinato a fare per la sua strada. Per la prima volta nel 2010, quando ha dovuto saltare un’intera stagione con la Fiorentina a causa di un grave infortunio al ginocchio. In genere è rimasto in forma fino a quando non si è trasferito al Manchester City per 26 milioni di euro tre anni dopo. Ma in Inghilterra e poi all’Inter, al Siviglia e al Monaco, Jovic ha lottato da un infortunio all’altro. Problemi a polpacci, muscoli posteriori della coscia, cosce, schiena e ginocchia. Un’altra lesione del legamento crociato. Ha perso almeno un paio di partite ogni stagione a causa di infortuni.

READ  Notizie olimpiche: festa privata TeamNL su una spiaggia sportiva a L'Aia | gli sport

In parte a causa di continui infortuni, Jovic non è mai riuscito a superare Sergio Aguero ed Edin Dzeko nella classifica dell’attaccante del Manchester City.

“Gli infortuni sono cose che non puoi controllare. Ho avuto un infortunio al ginocchio. Ho bisogno di continuità e di giocare i minuti. Non è stato un periodo facile, ma gioco a calcio da 23 anni e mi diverto molto”, Jovic ha detto quando è tornato a Monaco nell’ottobre 2020 dopo il suo secondo infortunio al legamento crociato della sua carriera, “Il mio amore per il calcio ha sempre trionfato”. il connazionale Milifoj Raisivic, che non conosceva personalmente.Il suo club Buducnost Podgorica non poteva permettersi l’intervento chirurgico necessario dopo un infortunio al legamento crociato.

“Quando ha saputo cosa era successo e ha scoperto che la mia squadra non aveva abbastanza soldi per permettermi di lavorare ad Augusta, mi ha chiamato per offrire il suo aiuto. Si è assicurato che andassi dal medico che lo ha aiutato con lo stesso infortunio . Jovetic ha pagato tutte le spese”, ha detto Rajicevic, che attualmente gioca per Soteska. Nikic “Non posso che ringraziarlo tantissimo e promettergli che tornerò il prima possibile, per segnargli gol”. rendere Jovetic una stella in Montenegro, anche se potrebbe non essere stato all’altezza delle grandi aspettative stabilite all’inizio della sua carriera.Il 62 volte nazionale è solitamente il capitano del Montenegro, che ha due importanti punti salienti di Stefan Savic (Atletico Madrid) e Adam Marusic (Lazio).

“Big City Club” vuole prendere d’assalto la Champions League con “centinaia di milioni”

Voetbalzone in precedenza aveva scritto un articolo di fondo sulle ambizioni torreggianti dell’Hertha BSC.Leggi l’articolo

Jovetic si è unito a un gruppo unico all’inizio di questa stagione. Con il suo gol nella partita tra FC Köln e Hertha (3-1) è stato intitolato a Florin Raducioiu (ha giocato con Bari, Hellas Verona, Brescia, AC Milan, Espanyol, West Ham United, AS Monaco) e all’ex giocatore dell’Ajax Christian . Poulsen (che ha giocato per Schalke 04, Siviglia, Juventus, Liverpool ed Evian, tra gli altri) è il terzo giocatore a segnare in tutte e cinque le maggiori competizioni europee. “Il suo inizio all’Hertha non è stato molto buono”, afferma Falco Blowing, giornalista della filiale tedesca Obiettivo. “È stata sicuramente una sorpresa che l’Hertha sia arrivato a Jovic, perché non c’erano voci. È andato in linea con la strategia del nuovo direttore sportivo Freddy Bobic, che ha cercato di combinare una selezione equilibrata. Per questo ha reclutato alcuni giocatori esperti a parametro zero Con Jovic, Kevin-Prince Boateng e Ishak Belvodel.

READ  Sport Court: Ajax in coppa contro i dilettanti Barendrecht, Twente - Feyenoord | gli sport

“Non so se l’arrivo di Jovic si possa conciliare con le grandi ambizioni dell’Hertha. Con la sua esperienza può essere un leader all’interno della squadra. Poi deve tenersi in forma per un periodo più lungo, il che è stato un problema negli ultimi anni. ” Anche nelle sue prime settimane all’Hertha, Jovic è stato messo da parte per un po’ a causa di problemi al polpaccio. Prima della partita della scorsa settimana contro il Bayer Leverkusen, per la prima volta era in forma al cento per cento, quindi l’allenatore Bal Darday ha preferito Krzysztof Piatek come attaccante. “Piatek vuole sempre la palla in area di rigore e aspetta lì la sua possibilità di segnare. Darday ha detto in una conversazione con la squadra quotidiano di Berlino. “I problemi al polpaccio sono finiti. Si è mosso elegantemente negli esercizi, ha segnato gol e ha mostrato un buon atteggiamento”.

La fiducia di Darday è tornata a Jovic facendo intravedere le sue qualità con un bel gol. Così Jovic si reca in Montenegro con un buon feeling e di solito è il diretto avversario di Virgil van Dijk sabato sera. Il Capitano di Orange non avrebbe ricordato con grande piacere il loro ultimo duello. Il Liverpool ha perso 3-4 contro l’Hertha in pre-stagione grazie a due gol di Jovic e prima del suo ultimo gol, ha regalato a Van Dijk la sua prima apparizione dopo il grave infortunio al ginocchio. Come dovremmo farlo contro questi difensori? “Vedremo le foto di come ha segnato Stevan Jovic contro il Liverpool”, ha detto l’allenatore del Montenegro Miodrag Radulovic prima del primo incontro con la squadra arancione. La grande differenza con il 4-0 di Eindhoven? Jovetic ora è di solito lì contro Orange.


We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24