Analisi | Come Sainz ha mantenuto la Ferrari al vertice del centrocampo

La Ferrari avrà i piloti più giovani di sempre nel 2021 sotto forma di Charles Leclerc e Carlos Sainz. Quest’ultimo è nuovo Scuderia E non sostituisce nessuno: il quattro volte campione del mondo Sebastian Vettel. È noto per le sue conoscenze tecniche e quindi Sainz sta seguendo un passo molto grande. Quasi tutti in Ferrari, però, sono entusiasti del pilota, ma perché è così? F1 max Sta valutando dopo le prime due gare del Gran Premio di Spagna con la sua nuova squadra.

La stagione è iniziata bene per la Ferrari. Nel 2020, la squadra ha ottenuto il peggior risultato nel campionato costruttori degli ultimi 40 anni. Quest’anno, tuttavia, l’iconico team di Formula 1 sembra molto più forte della scorsa stagione. Leclerc e Sainz hanno entrambi segnato punti importanti sia in Bahrain che a Imola nella battaglia a centrocampo con la McLaren. Il capitano della squadra Mattia Binotto si è detto soddisfatto del fatto che la sua squadra ora abbia due piloti su cui poter contare. Un duro colpo per Vettel, che non è riuscito nemmeno a finire nella top ten del campionato nel suo ultimo anno con la Ferrari.

L’entusiasmo di Pinoto non si ferma a quella frase. Il top man italiano ha spesso indicato di essere completamente affezionato alla sua nuova aggiunta. Questo ha le sue ragioni, perché secondo Sainz il 51enne contribuisce decisamente. Uno dei punti di forza di Sainz è la comunicazione con gli ingegneri, dice. Binuto crede di dedicare molto del suo tempo alla McLaren. Lì, Sainz si è evoluto in un vero capitano di centrocampo tra il 2019 e il 2020. Che sia un ruolo che la Ferrari potrebbe usare bene per il momento.

READ  Tecnologia Blockchain per Ramata ui

Carlos Sainz affronterà la sua vecchia squadra McLaren quest’anno. La sua conoscenza di Woking avrebbe aiutato la Ferrari a vincere il meglio del titolo? (Foto: McLaren F1 Media)

Sainz porta la conoscenza del centrocampo alla Ferrari

Per quanto possa sembrare folle, la Ferrari è oggi una squadra di centrocampo. Lottare per le vittorie è fuori discussione e il podio sarà probabilmente più fortuna che regolarità. Per Sains, questo è stato il caso della McLaren di due anni. Sa molto bene come ci si sente a trovarsi in una situazione come questa. Inoltre, la sua conoscenza della McLaren potrebbe anche essere vantaggiosa per l’attuale scuderia. La McLaren è attualmente il più grande concorrente della Ferrari, anche se AlphaTauri non dovrebbe essere escluso. Che anche questa sia una squadra per cui Madeleine ha guidato. Ovviamente, tra il 2015 e il 2017, Sainz ha guidato verso l’allora Toro Rosso. La sua conoscenza del centrocampo è ottima e la sua velocità è buona, se dobbiamo credere a Pinuto, è anche un bene. Cosa vuoi di più come squadra di Formula 1 dove ora occupa la Ferrari?

Il direttore sportivo Laurent Mickes ammette anche che Sainz porta molte conoscenze sulle squadre che guida. Il francese ha detto durante lo spettacolo pre-campionato della squadra che Sainz porta molta energia positiva, ma non solo. Ha una qualità che aveva anche il suo predecessore Vettel: la curiosità tecnica. McKis ha notato che il pilota 26enne era molto interessato a quello che stava facendo la sua squadra durante la pausa invernale. Era regolarmente presso la fabbrica di Maranello in preparazione della nuova stagione, oltre al lavoro abituale dei piloti. È stato anche brutto di larghe vedute Quando si tratta di sviluppare un veicolo. Cosa questo significhi non è del tutto chiaro. A prima vista, Sainz sembra essere molto aperto alle idee della sua squadra e sta valutando la possibilità di liberarsi completamente. Ciò potrebbe aver portato la Ferrari a nuove intuizioni sullo sviluppo della SF21, anche nel breve periodo in cui l’ex compagno di squadra Max Verstappen è ancora in squadra.

Quindi sembra che la comunicazione con la sua squadra sia una delle sue qualità più importanti per Sainz. Come Binotto ha chiarito a gennaio all’inizio di quest’anno. La Ferrari ha ascoltato le radio di bordo del suo nuovo pilota durante la sua pausa invernale mentre era ancora nel team McLaren. Poi Binotto ha detto quanto segue sull’argomento: “Ho visto che il modo di comunicare ci dice molto sul modo in cui affronta le cose. È molto delicato. È un gran lavoratore, metodico, forte e penso che questi siano stati tutti i ingredienti che erano importanti per noi. Perché queste cose sono importanti anche per la Ferrari? È perché tutto all’interno della squadra cambia continuamente? Quindi Sainz è chiaramente quello che fa tutto in modo costante e non se ne discosta facilmente. parole si può concludere che il 26enne porta la stabilità tanto necessaria per la squadra.

Analisi |  Come Sainz ha mantenuto la Ferrari al vertice del centrocampo

Secondo il Team Manager Ferrari Mattia Binotto, Carlos Sainz è una risorsa in particolare grazie al suo modo unico di comunicare con gli ingegneri (Foto: Ferrari F1 Media).

Come sta andando bene Sainz nei weekend del GP finora?

Sainz ha ora completato il Gran Premio del Bahrain e dell’Emilia-Romagna. L’ex pilota della McLaren ha segnato due punti in entrambe le gare. Ha concluso ottavo nel golf di stato, a soli sei secondi dal compagno di squadra Leclerc. A Imola, Sainz ha già migliorato la sua classifica finale chiudendo quinto. Il clou finora è che è l’unico ad aver vinto posti in gara. D’altra parte, Leclerc ha perso due posizioni in Bahrain rispetto alla sua posizione di partenza e ha concluso al sesto posto. In Italia si è piazzato al quarto posto, la stessa posizione in cui era partito. Va detto che Monegask è una qualifica superiore e quindi ha molto da perdere. Sainz si è qualificato rispettivamente 8 ° e 11 °, il che ha reso più facile il raggiungimento di un equilibrio positivo.

Tuttavia, mostra che lo spagnolo è tagliato da un legno da corsa adatto e può progredire bene. Anche con tanti errori, il cui ingegnere ha detto “stai andando troppo veloce”, è finito ancora una volta dietro a Leclerc. La differenza a Imola è stata solo di un secondo e mezzo. Mostra Sainz ancora alle prese con il sabato, ma tutto il suo potenziale spicca la domenica. Non è un peccato che il 26enne abbia faticato a qualificarsi. Leclerc è noto semplicemente per la sua incredibile velocità in una curva. Per raddoppiare vicino al suo compagno di squadra di 23 anni in gara è stato fatto da Sainz. La differenza nella posizione dell’anello è un inconveniente, ma finora è riuscito a sbarazzarsene abbastanza bene. Probabilmente non passerà molto tempo prima di vederlo davanti a Leclerc in gara.

La Ferrari potrebbe fregarsi le mani con l’arrivo della Sainz. Soprattutto se possiamo credere alle dichiarazioni di Binotto e dei Mekies. È un autista che porta informazioni tecniche sui concorrenti, molto interessato alla sua squadra e conquista punti importanti domenica. In termini di comunicazione, aiuta i suoi ingegneri ad avanzare nel suo modo di comunicare. Di conseguenza, i tecnici sanno cosa fare e cosa aspettarsi. Sainz trasmette il suo messaggio in modo chiaro e ora tocca a lui dimostrare che la Ferrari ha preso la decisione giusta per mettere in strada Vettel. Finora, sta andando molto bene al momento e ne vedremo molto nel tempo.

Hai già scaricato la nuova app F1 Maximaal? (Di aspetto maschileIOS)

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24