TGcomnews24

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Da giugno al sole in Europa: la testimonianza di Corona lo rende possibile

Il Parlamento Europeo ha approvato il “Certificato EU Covid-19”. In precedenza era noto come passaporto Corona o certificato digitale verde. È un documento che riceverai se sei stato vaccinato contro Corona, o se è risultato negativo, o se ci sono anticorpi. In tal caso, presto sarai in grado di viaggiare liberamente in tutta Europa. Sembra essere un primo passo verso una vacanza estiva relativamente normale.

Francia

Quindi il presidente francese Macron vuole riaprire il Paese ai turisti il ​​9 giugno. Ciò fornisce un grande sollievo nel settore del turismo, secondo la giornalista Evelyn Belsma. Questo pomeriggio ha visitato il campeggio La Belle Étoile a La Rochette e ha parlato con la proprietaria Yvonne de Saint Maurice.

“Qui al campeggio, sono davvero felici che ora ci sia una data fissa per poter ricevere di nuovo gli ospiti stranieri”, dice Belsma. “La proprietaria Yvonne mi ha mostrato che aveva solo un volume con prenotazione. In questo periodo, c’erano tre volumi. Finora i campeggiatori sono stati riluttanti a prenotare.”

Yvonne si aspetta che le prenotazioni ora ricomincino a funzionare. La cosa spaventosa è che un folto gruppo di anziani olandesi che avevano prenotato in precedenza ha perso la barca. I vacanzieri volevano venire dal 6 al 10 giugno, ma questo non è consentito, mentre la maggior parte di loro potrebbe essere già stata vaccinata. Ma il 6 giugno non esiste ancora un certificato corona in Francia

Il certificato Corona è molto importante per il paese. La Francia attrae 90 milioni di turisti in un anno regolare, generando 56 miliardi di euro di entrate e 2 milioni di posti di lavoro. Quindi, in estate, almeno una parte delle perdite subite da loro nell’ultimo anno e mezzo può essere compensata.

READ  Sport Court: KNVB parla con il governo per consentire le partite nazionali in anticipo | sport

Italia

L’Italia non ha ancora fissato una data per accogliere nuovamente i turisti stranieri. Ma il paese potrebbe presto non essere più sincronizzato con la Francia. Il corrispondente Anuc Bon a Roma: “Il premier italiano Mario Draghi è in stretto contatto con il presidente francese Emmanuel Macron. È straordinario come i due paesi stiano cercando di coordinare le loro politiche su Corona”.

L’Italia ha già una sorta di certificazione corona da questa settimana, ma solo per uso domestico. Questo corridoio verde consente agli italiani di viaggiare liberamente tra le regioni, anche verso le regioni rosse. Questo è vietato senza questo certificato.

Puoi ottenere un Green Pass se sei già stato vaccinato, oppure puoi dimostrare di avere davvero il coronavirus. Il passaporto è valido per sei mesi. Puoi viaggiare anche con un test negativo, ma questa guida è valida solo per un massimo di 48 ore. Per gli italiani, questo è particolarmente importante per le visite familiari.

La cosa più importante per l’economia italiana, ovviamente, è la certificazione Corona europea. Reporter Anouk Bon: “L’Italia è una delle regioni più colpite nell’Unione Europea. Il turismo, con una quota di quasi il 14 per cento nell’economia, è molto importante. Dopo un anno e mezzo di stallo, l’arrivo dei turisti questa estate è ovviamente un pessimo benvenuto “.

Spagna

“Dovrebbe accadere a giugno, ei turisti sono di nuovo i benvenuti in Spagna”, dice il corrispondente Alex Tillman da Madrid. La data esatta non è ancora disponibile. Ma i preparativi sono concreti: la Spagna testerà già la certificazione Corona a maggio. Il pilota partirà da 46 aeroporti per vedere come il previsto afflusso di turisti potrà entrare nel Paese.

READ  L'Ajax è diventato davvero il Bayern Monaco in Germania. Ma qui, nei Paesi Bassi

Il turismo è ovviamente di vitale importanza anche per la Spagna. Reporter Tillman: “Prima della pandemia, la Spagna era la seconda destinazione più visitata al mondo. Il 13 per cento degli spagnoli dipende ufficialmente dal turismo. Ma in realtà, i neri e i grigi guadagnano molto in questo settore”.

Troveranno il certificato Corona europeo in Spagna oggi, non domani. Ci vorrà un po ‘più di tempo, ma sembra che presto potremo goderci il sole estivo in tutta l’Unione europea.