Damien, 21 anni, cade dopo un raid di “festa spontanea”: “l’incubo di ogni poliziotto” | all’estero

Gli anni ’20 caddero da una finestra al quarto piano. Sono le quattro di sabato sera, ai margini della piazza del teatro di Anversa. Dopo diverse segnalazioni di rumori, è arrivata immediatamente una pattuglia della polizia. Un numero imprecisato di ragazzi all’hotel Ibis dall’altra parte della strada non si preoccupa del coprifuoco e sta organizzando una festa. Le autorità belghe parlano di un “partito che è cresciuto spontaneamente” e, secondo le prime procedure di indagine, nulla sembra indicare una cerimonia di chiusura prestabilita.

Si parla di persone diverse, otto in totale, che hanno prenotato diverse stanze e non si conoscevano. Damian R. (21 anni), di Dorn con radici polacche, era lì con la sua ragazza. Le otto persone partecipanti si sono conosciute durante la serata e hanno deciso di organizzare una festa insieme.

La verità è che prima quella notte, i dipendenti dell’hotel economico avrebbero già ricevuto un risarcimento al piano di sopra senza alcun risultato. Se questo non funziona, la polizia arriverà sulla scena. Un segno degli otto piccoli è scomparso. Damian R corre alla finestra, la apre, cerca di scendere e cade per diversi metri. La scena è stata assistita da diverse persone, compresi gli agenti, secondo Newsblad.

È morto sul colpo

La procura di Anversa ha annunciato domenica mattina che gli ispettori di polizia avevano tentato di rianimare la vittima, senza alcun risultato. E il personale medico non poteva fare altro. Damian R. deve essere stato ucciso all’istante dal duro colpo. “Altri ospiti dell’hotel, personale dell’hotel e agenti di polizia interessati sono profondamente colpiti dai fatti e possono contare sull’assistenza del Victim Support Service”.

READ  “Il gruppo di estrema destra voleva attaccare i massoni francesi” | all'estero

L’autopsia deve mostrare l’entità dell’esposizione della vittima all’influenza di qualche intossicante. Non è ancora scontato se gli altri sette presenti riceveranno una multa Corona o dovranno difendersi in seguito in tribunale.

La domenica sera, gli amici di Damien hanno deposto fiori davanti all’Ibis Hotel. Hanno anche pianto insieme in silenzio.

Integrità mentale

Anche il sindaco di Anversa è rimasto scioccato e parla della “tragica morte di un giovane residente ad Anversa”. “Dall’inizio dei controlli alle feste di blocco, abbiamo notato che le persone cercano di evitare di essere esaminate dalla polizia. Tuttavia, i servizi di sicurezza hanno il nostro interesse pubblico e sono lì per aiutarci quando necessario. Gli agenti di polizia di questo paese si sono dimostrati l’anno passato che possono fare il loro duro lavoro. Con professionalità e integrità in circostanze eccezionali. “

De Weaver collega la morte di Damien R alle conseguenze della chiusura per la salute mentale dei giovani e spera in un tranquillo dibattito sociale. La domanda è se la storia fatale possa essere inclusa in questo.

Un sondaggio in altre tre grandi città studentesche – Bruxelles, Lovanio e Gand – ha mostrato che nelle ultime settimane ci sono stati frequenti rifugiati di agenti di polizia sui tetti e nei parchi. Lo scorso fine settimana a Borgerhout, ad esempio, una donna in fuga è rimasta ferita alla spalla quando ha cercato di scappare dalla finestra del bagno durante un esame. A Bruxelles è stata sospesa una cerimonia di chiusura a cui hanno partecipato 88 persone. Anche a Gand, sabato la polizia è dovuta uscire più volte. In un posto anche due volte.

READ  Morte del braccio destro dell'ex leader sovietico Gorbaciov | all'estero

L’incubo di ogni poliziotto

Tuttavia, sembra che improvvisamente non ci siano state più feste di blocco con i giovani nelle ultime settimane. Fluttua da regione a regione, da fine settimana a fine settimana. La morte di Damian R. È il primo in Belgio durante una cerimonia così vietata. “Un simile incidente è un incubo per ogni agente di polizia di pattuglia”, ha detto il portavoce della polizia di Ghent Matto Langert.

La stessa voce a Lovanio con lo speaker Matteo Caudron. “Come agente, cerchi sempre di entrare in un dialogo tranquillo. La punizione seguirà solo nel secondo caso. Se fuggono sani e salvi attraverso un parco o un cancello, questa è una vergogna per noi, ma anche la fine dell’inconveniente. Quello che è successo ad Anversa è ovviamente estremamente tragico per tutte le persone coinvolte “.

Aggiornamento pranzo

Aggiornamento delle notizie più importanti ogni giorno durante il pranzo.

Indirizzo email non valido. Si prega di compilare di nuovo.

Leggere Qui La nostra politica sulla privacy.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24