Decine di migliaia di italiani chiamano i malati dopo un passaggio forzato corona al lavoro

Il lunedì successivo, più di 192.000 dipendenti si sono ammalati in Italia, il 16% in più rispetto al lunedì precedente.

Questo obbligo ha portato a un grande aumento del numero di esperimenti sulla corona. Nei primi tre giorni di questa settimana sono state impiccate un totale di 2,3 milioni di persone.

Nessuno stipendio senza Corona Pass

L’azione italiana è la più severa in Europa. I cosiddetti green pas mostrano che sei stato vaccinato, guarito dal virus corona o testato negativo per il virus. Senza tale autorizzazione potresti essere sospeso e non sarai più pagato. I datori di lavoro vengono multati se assumono persone senza un lasciapassare.

Circa i due terzi degli italiani sostengono il cosiddetto Green Pass, ma le proteste contro il Corona Pass si sono verificate in tutto il Paese, anche in diversi porti importanti. La città di Trieste sembra essersi trasformata in una manifestazione di manifestanti. È stato annunciato che domani e sabato ci saranno di nuovo le proteste.

Il tasso di vaccinazione è aumentato

Il corrispondente italiano di RTL Nieuws, Anouk Boone, spiega che il pass è stato introdotto in autunno per paura di un nuovo picco della corona. Il governo sta cercando di aumentare il tasso di vaccinazione attraverso questa misura.

Sembra funzionare. Dopo l’estate, il tasso di vaccinazione era compreso tra il 60 e il 70%, ma ora è stato raggiunto l’80% desiderato. Quasi l’82% di quelli di età superiore ai 12 anni è ora completamente vaccinato. Ieri, secondo gli ultimi dati, sono stati effettuati 176.000 scatti.

Coloro che non sono vaccinati possono andare a lavorare con un certificato di test negativo, ma costerà dei soldi. Puoi testare per 15 euro, ma se lavori a tempo pieno puoi testare 2 o 3 volte a settimana. Ti costerà circa 150 euro al mese. Boone: “Questo potrebbe essere uno dei motivi per cui alcuni italiani scelgono il vaccino, e ora lo sentono nel portafogli”.

READ  Blocco di 30 giorni in Italia dopo Pasqua

Il primo giorno in cui è stato richiesto il Corona Pass al lavoro, il giornalista Anook Boone ha rilasciato questa dichiarazione:

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24