Erasmus MC sta cercando la causa della trombosi vaccinale rara

È un piccolo rischio, ma getta un’ombra sul programma di vaccinazione. In rari casi, il vaccino AstraZeneca causa gravi effetti collaterali. Da una a tre settimane dopo la vaccinazione, nel cervello appare un coagulo che impedisce il drenaggio del sangue. Allo stesso tempo, c’è una massiccia carenza di piastrine. La probabilità è inferiore a uno su centomila, finora colpisce soprattutto le donne sotto i 60 anni e mortali in un quarto dei casi.

Mentre autorità come l’Agenzia europea per i medicinali Emma insistono sul fatto che i benefici della vaccinazione superano di gran lunga questo rischio, gli scienziati stanno cercando con impazienza una spiegazione per questo effetto collaterale. Dopotutto, se conoscono la causa, potrebbero essere in grado di modificare il vaccino, escludere i gruppi a rischio o sviluppare un trattamento efficace per gli effetti collaterali.

Le teorie abbondano. Ad esempio, l’esperto tedesco di coagulazione Andreas Greenscher ha affermato la scorsa settimana che la coagulazione del sangue è causata dagli inquinanti nel vaccino. Altri hanno esaminato la natura del vaccino e hanno indicato un vaccino simile di Janssen, che mostra lo stesso pericoloso effetto collaterale.

Non un classico coagulo

Eric Van Gorb, professore di virologia all’Erasmus MC di Rotterdam, afferma che è importante formulare un’ipotesi. Ma ci sono cause più immaginabili che devono essere tutte indagate. La realtà è molto complicata. Dobbiamo stare attenti a non vedere il tunnel e non zoomare troppo velocemente in una singola affermazione “.

Van Gorp è coinvolto nella DCTC (Dutch Covid & Thrombosis Alliance), fondata un anno fa a causa dell’elevato numero di ictus nei pazienti Corona. Questo è stato davvero un fenomeno nuovo, dice. La trombosi classica di solito si manifesta in una vena della gamba, dopodiché il coagulo sanguigno, se rilasciato, inizia a vagare e può causare embolia polmonare. In un paziente con corona, la trombosi si sviluppa nei polmoni stessi. Quindi questo è qualcosa di diverso e non lo capiamo ancora “.

Il vaccino è di nuovo diverso, dice Marek Krupp, specialista in ematologia presso Erasmus MC. Di solito inizia con un coagulo nella testa o nell’addome. Successivamente, i coaguli possono svilupparsi anche altrove. Non capiamo davvero cosa ci sia dietro. ”Questa è diventata ora una domanda anche per DCTC, che è il suo progetto di punta.

La causa dell’effetto collaterale potrebbe essere ancora misteriosa, ma ora è chiaro cosa non va. È stato il già citato Greenscher a descrivere nel New England Journal of Medicine il mese scorso la somiglianza con gli effetti collaterali dei fluidificanti del sangue. Questo diluito, l’eparina, cerca di impedire alle piastrine di causare coaguli di sangue, la normale funzione delle piastrine. L’eparina fa questo legandosi a una proteina piastrinica chiamata PF4. Ma in casi eccezionali, si è riscontrato che dopo questo attaccamento, si verifica una reazione immunitaria nel corpo. Questo produce quindi anticorpi contro l’eparina e la proteina PF4, in modo che le piastrine inizino ad aderire e quindi si verifichi la coagulazione del sangue.

Sostanza disciolta

Kruip dice che qualcosa del genere accade anche con gli effetti collaterali. Vediamo anche anticorpi contro PF4 in questi pazienti. Sappiamo che le piastrine sono attivate da questa reazione autoimmune. Stanno cercando alleati in questo attacco, così come altre piastrine. Così si raggruppa in un coagulo di sangue. Mancano le immagini. Possiamo simulare questo processo in laboratorio su un substrato biologico “.

La domanda è: cosa gioca l’eparina in questo processo? Non lo sappiamo, dice Saskia Middeldorp, professore di medicina interna e specialista della coagulazione al Radboudumc di Nijmegen. “PF4 è una sostanza mista; che è attaccata a tutto. Queste possono anche essere sostanze prodotte dal corpo. Gli anticorpi di solito prendono di mira un tale composto e non solo PF4. Ma se questo è il caso, o cosa costituisce il nodo in questo caso, e se è permanente è la stessa barca, non lo sappiamo. ”

Ora sa che non è saggio somministrare eparina a questi pazienti. Questo anticoagulante è solitamente un efficace agente anti-coagulazione, ma in questo caso peggiora la coagulazione a causa di una reazione autoimmune. Middledorp: “Almeno all’inizio pensavo che l’eparina avrebbe peggiorato le cose. Ora sappiamo che non è necessariamente così. Abbiamo buone alternative, quindi per sicurezza, non stiamo usando eparina, ma potrebbe essere possibile in certi casi.”

Mantieni un’ampia visuale

Per acquisire chiarezza, i medici devono comprendere la causa degli effetti collaterali. Potrebbero essere molti, afferma Van Sock. “Ha qualcosa a che fare con qualcosa di specifico nel vaccino AstraZeneca? C’è qualcosa che stimola la risposta autoimmune? O è il tipo di vaccino e ha qualcosa a che fare con i cosiddetti vaccini vettoriali? Forse lo è – il vaccino Janssen è dello stesso tipo – ma non siamo sicuri. Potrebbe anche essere uno. Gli effetti collaterali dei vaccini corona in generale. O anche su scala più ampia: sappiamo che le infezioni e le vaccinazioni a volte portano a un autoimmune Potremmo essere testimoni di questo effetto collaterale ora perché stiamo applicando i vaccini corona su scala molto ampia in un tempo molto breve. Dobbiamo prima ridurre al minimo per ottenere una visione ampia. Altrimenti, cancelleremo le possibili spiegazioni molto presto “.

Ciò non significa che questo campo della scienza sia ancora completamente rilassato. Si sa qualcosa sugli effetti collaterali e la dichiarazione dovrà tenerne conto. Ad esempio, sembra che le donne più giovani siano le più a rischio. Questo non è del tutto bianco e nero: ora che ci sono più segnalazioni, risulta che circa un terzo di loro sono uomini e alcuni hanno più di 60 anni. Inoltre, soprattutto all’inizio, sono stati vaccinati i lavoratori dei settori dell’assistenza e dell’istruzione. Spesso si tratta di donne più giovani, il che distorce l’immagine.

Tuttavia, questi fattori potrebbero non annullare tutte le differenze. La distribuzione, dice Van Gorb, non è sorprendente. “Le malattie autoimmuni sono un po ‘più comuni nelle donne e in giovane età. La possibilità di sviluppare una malattia autoimmune oltre i 60 anni è molto bassa.”

Nella trombosi, dice Cropp, è esattamente l’opposto. “La possibilità che ciò accada aumenta con l’età. Mentre in questo caso sembra colpire i giovani. Ciò indica che il meccanismo di origine non è con il sistema di coagulazione, ma con il sistema immunitario”.

Van Sock: “Ma poi si finisce con un’infezione come causa dell’operazione. Sappiamo che i virus fanno qualcosa con la coagulazione. Questo coronavirus ci ha indicato categoricamente. Se è una reazione all’infiammazione, richiede un approccio più ampio. la domanda.”

C’è ancora molto da imparare

Van Gorb ricorda l’epidemia di Zika in America Latina nel 2015. Poi avevamo un progetto in Suriname e tutti speravano che sarebbe stato completato in circa tre mesi. Bene, hanno detto, entro un anno. Ora abbiamo quasi sei anni e alla fine di quest’anno qualcun altro assegnerà un dottorato di ricerca in questo sforzo. Finora, non mi aspetto che riceveremo rapidamente tutte le risposte. Ricorda, ora siamo in una vera pandemia. Non lo abbiamo visto dall’influenza spagnola nel 1918. Non su questa scala, né con questi dati demografici, né con un virus come questo. Abbiamo ancora molto da imparare “.

A tal fine, stiamo esaminando tre tracce, dice Croeb, per vedere se possiamo fare ulteriori progressi. Stiamo studiando pazienti che hanno sviluppato questo effetto collaterale. Cosa è coinvolto? Età, sesso e background genetico? Stiamo anche esaminando grandi gruppi che sono stati vaccinati con diversi vaccini. Dove vediamo le differenze? Infine, possiamo testare le idee in laboratorio “.

Pensi che sia un’ispirazione per la scienza. Tutti i tipi di specialità si incontrano. Neurologi e internisti con competenze speciali come medici vascolari, medici di malattie infettive ed ematologi. In questo modo possiamo fare passi più grandi che se tutti rimanessero nel proprio segno. Ad essere onesti: non importa quanto serio l’argomento è, mi rende molto felice come ricercatore “.

Sembra un doppio pugno, ma non lo è

A prima vista, la spiegazione dei pericolosi effetti collaterali sembra essere lasciata all’attenzione. Finora sono stati segnalati due vaccini ed entrambi, sia di Janssen che di AstraZeneca, sono chiamati vaccini vettoriali. Il loro design si basa su un innocuo virus del raffreddore (adenovirus) a cui è stata aggiunta una porzione del codice genetico del coronavirus. L’adenovirus consegna il codice a una cellula ospite, dopodiché deposita le proteine ​​del coronavirus sull’involucro cellulare. Il sistema immunitario impara cosa combattere in una vera infezione. Janssen utilizza adenovirus umani, mentre AstraZeneca è diffuso tra gli scimpanzé.

La somiglianza del vaccino suggerisce diverse spiegazioni per il pericoloso effetto collaterale (chiamato VITT: trombocitopenia immunitaria indotta dal vaccino).

L’infezione è una causa nota di una reazione autoimmune, ma l’adenovirus non è più in grado di riprodursi a causa della modificazione genetica. Di conseguenza, non provoca una reazione immunitaria, afferma il virologo Van Sock di Erasmus MC. “In teoria, questo virus potrebbe innescare una reazione autoimmune, ma la possibilità che ciò accada è molto piccola”. È stato aggiunto un gene per stimolare la produzione di proteine ​​corona e questo è correlato alla coagulazione del sangue. Ma il vaccino Janssen non ha quel cambiamento e l’effetto collaterale si verifica più spesso, mentre con il vaccino Sputnik russo – che è stato creato anche attorno a un adenovirus – questo effetto collaterale non è stato segnalato (ancora).

Altri mettono la cosiddetta proteina spike, che consente al coronavirus di raggiungere le cellule delle vie aeree, in un molo. La proteina PF4 è in qualche modo simile alle piastrine: lo stesso vaccino può stimolare una risposta immunitaria contro le piastrine.

Krupp ammette che c’è qualcosa che non va. In alcuni pazienti con Corona sono stati trovati anche anticorpi contro PF4. Ma questo accade anche raramente, quindi è difficile trarne conclusioni. “Inoltre, quasi tutti i vaccini mirano a un aumento delle proteine, compresi i vaccini mRNA Pfizer o Moderna. E non hanno questo effetto collaterale.

L’esperto tedesco di coagulazione Andreas Greenscher ha detto la scorsa settimana di aver trovato contaminanti nel vaccino AstraZeneca che potrebbero essere responsabili della risposta autoimmune. Ha trovato proteine ​​umane nel vaccino che proveniva dal processo di coltura dell’adenovirus. A tale scopo vengono utilizzate cellule embrionali che continuano a dividersi per sempre attraverso un cambiamento genetico (queste cellule contengono anche il codice genetico che manca al virus per riprodursi). Janssen utilizza anche cellule simili, anche se leggermente diverse, nel suo vaccino. Grincher ha concluso che dovresti purificare meglio il vaccino e ha detto che avrebbe studiato anche il vaccino Janssen per questo.

Altri studiosi mettono in dubbio questa ipotesi. I vaccini vettoriali non sono gli unici coltivati ​​su linee cellulari. Van Gorp sottolinea che dovresti distinguere tra inquinamento e additivi. Molti vaccini contengono un adiuvante per aumentare la loro efficacia. “Devi controllare questi due separatamente.”

Ad esempio, l’EDTA è stato aggiunto al vaccino AstraZeneca come conservante, ma è noto che questa sostanza danneggia i vasi sanguigni, provocando il contatto diretto con le piastrine dei componenti dannosi del vaccino. Gli ingredienti sono ancora la domanda. Secondo Greenscher, queste sono queste contaminazioni. Anche un’altra ipotesi segue questo percorso: l’effetto collaterale potrebbe essere dovuto, alcuni dicono, all’iniezione accidentale del vaccino direttamente nel flusso sanguigno. “Queste ipotesi si applicano anche a tutti gli altri tipi di vaccini”, afferma Van Gorb. Ma possiamo vederlo solo ora perché stiamo impollinando su così larga scala. Quindi dobbiamo indagare anche su questa questione “.

Leggi anche:

Nonostante gli effetti collaterali, gli adulti di tutte le età beneficiano del vaccino AstraZeneca

Peso secondo l’Agenzia europea per i medicinali Vantaggi Fortemente contro i rischi

READ  Sorpresa! I metalli pesanti compaiono nelle fredde atmosfere di comete lontane

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24