Gli scienziati possono ricreare il profumo degli scarafaggi per proteggere i raccolti

L'odore fa sì che gli afidi mangino di meno e la loro popolazione diminuisca. I ricercatori affermano che questo potrebbe essere un modo rispettoso dell’ambiente per proteggere le colture dai parassiti Università statale della Pennsylvania.

Con la sua pelle rossa e macchie nere, lo scarabeo è uno degli insetti più affascinanti della terra. Ma non sono affatto pacifici. Subito dopo la schiusa delle uova, i voraci predatori cacciano gli afidi, che poi catturano con le mascelle e li succhiano via. Si tratta di circa 80-120 volte al giorno. Il desiderio predatorio delle coccinelle è fastidioso per gli afidi, ma ideale per l'agricoltura. Gli afidi possono causare danni significativi alle colture. Che finora siamo riusciti a risolvere principalmente utilizzando pesticidi dannosi, che causano ogni tipo di problema sanitario.

Dopotutto, sta diventando sempre più chiaro quanto possa essere dannosa l’esposizione ai pesticidi. Ad esempio, il controverso glifosato, tossico agricolo, è collegato a un aumento del rischio di diversi tipi di cancro e del morbo di Parkinson. Uno studio sulle coltivazioni di soia in Brasile ha scoperto un legame tra pesticidi e leucemia nei bambini. Il relativamente sconosciuto insetticida cloramquat non sembra essere dannoso. Alcuni studi sugli animali dimostrano che il clormequat può influenzare il sistema riproduttivo, interrompere la crescita fetale e alterare il metabolismo. Le tossine agricole non sono un problema solo per gli esseri umani. Fa perdere la postura agli uccelli e danneggia il cervello delle api al punto che non riescono più a camminare in posizione eretta. Ragioni sufficienti per considerare alternative.

L'odore nella galleria del vento
Ricercatori americani hanno scoperto che una di queste alternative potrebbe essere l'odore degli scarafaggi Università statale della Pennsylvania. Hanno studiato l'effetto del profumo dello scarabeo multicolore asiatico sull'afide verde del pesco, un parassita comune di molte colture. In questo esperimento, hanno posizionato piante contenenti afidi in una galleria del vento, dove hanno diffuso il profumo degli scarafaggi utilizzando un diffusore. Hanno poi misurato il comportamento e le prestazioni degli afidi, come la quantità di cibo che mangiano, il loro movimento tra le piante e la dimensione del loro numero.

READ  Secondo la ricerca, questo comportamento aumenta la possibilità di ottenere un appuntamento di follow-up

mangia meno
Hanno scoperto che quando gli afidi sentivano l'odore dello scarabeo, mangiavano meno piante su cui si trovavano e non si diffondevano ad altre piante. Qualcosa che fanno di solito. Questo è un risultato sorprendente, perché altri studi hanno dimostrato che gli afidi si muovono di più quando entrano in contatto con stimoli fisici dei predatori, come il tatto o le vibrazioni. I ricercatori sospettano che gli afidi interpretino l'odore dello scarabeo come un segnale di pericolo, ma non sono in grado di individuare esattamente da dove provenga il pericolo e come possano evitarlo. Quindi gli afidi rimarranno sulla loro pianta per sicurezza e mangeranno di meno in modo che siano meno visibili.

Dimensione della popolazione
Anche l’odore della coccinella ha avuto un effetto sulla dimensione della popolazione di afidi. Dopo due settimane, il numero di afidi esposti all’odore era inferiore del 25% rispetto al numero di afidi che non sentivano l’odore. Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che gli afidi mangiavano meno cibo e quindi erano in grado di produrre meno prole. “Questo studio dimostra che l'odore dello scarafaggio può essere un potente strumento per l'agricoltura ecologica”, ha affermato Jessica Kansman, autrice principale dello studio. “Può proteggere le piante dagli afidi senza disturbare i nemici naturali degli afidi. Inoltre, può migliorare la biodiversità dell'ecosistema perché non scoraggia altri insetti. Questo è un ottimo risultato”, aggiunge la collega Sarah Hermann. delle interazioni ecologiche di base che già esistono, “Possiamo lavorare con la natura, non contro di essa”.

L'odore o l'animale stesso?
Ma se il profumo della coccinella funziona così bene contro le infestazioni di afidi, perché non lo fa anche gli animali stessi? Come trattamento per il giardino domestico, puoi effettivamente ordinare larve di coleottero da diversi fornitori da rilasciare nel tuo giardino o con le tue piante d'appartamento. Ma presto le larve diventano grandi e gli insetti possono volare via. Inoltre lo scarabeo ha un nemico naturale: la formica. Le formiche proteggono gli afidi perché secernono lo zucchero, che le formiche adorano. Una volta che le formiche sono nella zona, controllare gli afidi con gli scarabei diventa più difficile. Questi fattori rendono difficile l’utilizzo degli animali su larga scala in agricoltura.

READ  Il corona colpisce più del sistema respiratorio: disturbi persistenti allo stomaco e all'intestino possono persistere anche anni dopo l'infezione

In futuro i ricercatori intendono condurre ulteriori ricerche sull'odore dello scarabeo e su come possa essere applicato nella pratica. Vogliono, ad esempio, sapere se il profumo funziona anche contro altri tipi di afidi o altri parassiti e se il profumo influisce sulla crescita delle piante o sulla qualità del suolo. Sperano che la loro ricerca contribuirà a un’agricoltura più sostenibile e più verde. Perché, afferma Herman, “In un’epoca in cui le minacce all’ambiente sono più grandi che mai, il nostro impegno verso queste pratiche sostenibili e ispirate alla natura non è solo promettente, ma essenziale per la salute e il futuro del nostro pianeta”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24