Google riduce la commissione per gli sviluppatori di Stadia al 15% – Giochi – Notizie

Gli sviluppatori che lanciano e vendono il loro gioco su Stadia dovranno pagare a Google solo il 15% dei loro guadagni a partire dal 1° ottobre. Questo vale per vendite fino a 3 milioni di dollari e comunque fino al 2023.

Durante La parola chiave in campo Google ha annunciato un nuovo schema di conversione. Google vuole rendere il lancio dei propri giochi su Stadia più attraente per gli sviluppatori, riducendo così il contributo alle entrate al 15%. Questo vale per pagare i primi 3 milioni di euro che vinci nel gioco. Tutto ciò che supera i 3 milioni di dollari sarà regolato in base alla distribuzione attuale. Si tratta di un accordo temporaneo che rimarrà in vigore almeno fino alla fine del 2023.

Inoltre, Google condividerà le entrate derivanti dagli abbonamenti Stadia Pro con gli sviluppatori. Con Stadia Pro, gli abbonati ricevono un numero fisso di giochi ogni mese a cui possono giocare senza limiti tramite il servizio di streaming. A seconda del numero di sessioni per ogni giocatore nel gioco, i guadagni vengono condivisi con lo sviluppatore del gioco. Il piano è di destinare il 70% delle entrate derivanti da questi abbonamenti agli sviluppatori.

In precedenza, Google ha anche annunciato uno sconto per gli sviluppatori che hanno app e giochi nel Google PlayStore. Giovani sviluppatori Da luglio di quest’anno, solo il 15% del loro reddito deve essere pagato a Google.

All’inizio di quest’anno, Google ha chiuso la sua area di gamestudio. Il gigante della tecnologia ha quindi annunciato che non svilupperà più giochi per Stadia. Ora è principalmente progettato per fungere da piattaforma in cui altri sviluppatori ed editori possono rilasciare giochi.

READ  Nuove missioni della NASA su Venere: "Incredibile quanto poco sappiamo" | all'estero

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24