“Ho deciso di scommettere su giocatori che non hanno ancora dimostrato nulla, ma che hanno un futuro davanti”.

L’allenatore dell’Ecuador Gustavo Alfaro (secondo da destra) parla con il centrocampista Moises Caicedo durante una sessione di allenamento in Qatar.foto dell’AFP

Come si chiama il calcio olandese in Ecuador?

È un paese con i migliori giocatori di calcio. Ciò può ancora essere fatto risalire alla Coppa del Mondo del 1974 e a quello che siamo in spagnolo’Nessuna meccanica di Narniamacchina arancione. Tutti ricordano anche la squadra che raggiunse la finale in Argentina nel 1978. E, naturalmente, la finale del 2010 in Sud Africa, che l’Olanda avrebbe potuto vincere.

“Il problema con il calcio olandese è che i grandi soldi sono in Italia, Inghilterra e Spagna. Questo rende l’Olanda un allenatore più talentuoso di altri paesi. Significa che la nazionale ha sempre buoni giocatori e ha perso più volte il titolo mondiale. Per me vincerà sicuramente l’Olanda”. Prima o poi.

Jordi Cruyff è stato per un po’ l’allenatore della nazionale ecuadoriana. Perché è andato così veloce?

“Non ho avuto la possibilità di parlargliene. Quando sono arrivato era già partito. Penso che quello che è successo in Ecuador sia successo ovunque: abbiamo avuto una pandemia. Jordi era lontano dalla sua famiglia quando la pandemia ha colpito e c’erano nessuna partita da giocare per la nazionale, non poteva nemmeno allenarsi con la squadra, quindi è tornato in Spagna.

Qual è la forza dell’Ecuador, o forse il suo segreto?

L’Ecuador è stata la piacevole sorpresa nelle qualificazioni ai Mondiali in Sudamerica. Abbiamo avuto una brutta prestazione in Copa America nel 2019, dopodiché si è trattato principalmente di questioni che non avevano nulla a che fare con il calcio. Quindi abbiamo dovuto costruire una squadra completamente nuova. Questo è più facile se esiste già una struttura chiara, come in Uruguay o in Colombia. In Ecuador abbiamo dovuto ricominciare da zero.

“Mi ha dato la libertà di creare una squadra completamente nuova. Inoltre, ho deciso di scommettere su giovani giocatori che non si sono ancora dimostrati validi, ma che hanno un futuro pieno davanti a sé. Ragazzi come Piero Hincapié, Moisés Caicedo o Pervis Estupiñán , che hanno solo 20 anni o anche adesso… In altre parole, scommettevo su giocatori che sognano di far parte della nazionale e giocare ai Mondiali.

“Abbiamo poi lavorato sul nostro stile di gioco: organizzazione serrata, gioco d’attacco, perché abbiamo ritmo – difensori veloci, esterni veloci – e tecnicamente bravi. Potremo avere una Nazionale senza grandi nomi che a volte intimoriscono gli avversari, ma abbiamo giocatori che abbiate coraggio e buona mentalità, auguro un buon Mondiale.

Cosa ti aspetti dalla partita con l’Olanda?

“Purtroppo non abbiamo avuto la possibilità di allenarci contro le squadre europee, perché hanno giocato la Nations League. L’Olanda è nettamente la migliore nel nostro girone ed è la candidata più importante per continuare. Quindi lottiamo con Qatar e Senegal per il secondo posto Dico sempre ai giocatori di rispettare la gerarchia, ma non averne paura.Crediamo in noi stessi e crediamo di poter rendere le cose difficili a tutti.

C’è anche in Ecuador una protesta o un’insoddisfazione per i Mondiali in Qatar?

Abbiamo vissuto i Mondiali del 1978, sotto la peggiore dittatura che il continente sudamericano abbia mai conosciuto. Eppure abbiamo giocato il Mondiale, nonostante le proteste e la giustizia sociale per cui ci siamo battuti. Quindi sport e politica sono separati, anche se la FIFA, la federazione calcistica mondiale, ha vietato alla Russia di partecipare alle competizioni internazionali. Non guardiamo dall’altra parte. Lottiamo perché diritti e doveri siano rispettati in tutto il mondo. Ma si spera che la politica non macchi mai il calcio in modo che il gioco possa essere puro.

READ  Fortuna Sittard cattura Rodrigo Goth per cinque stagioni

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24