I numeri delle vaccinazioni e degli ospedali dovrebbero rendere possibile questo piano estivo Il coronavirus si sta diffondendo

Come per le precedenti misure di mitigazione, il comitato consultivo ha fissato obiettivi che devono essere raggiunti affinché il “piano estivo” abbia effetto. L’attenzione si concentra ora principalmente sulle vaccinazioni, che continueranno a ritmo sostenuto nelle prossime settimane.




“Fatti vaccinare.” Era di nuovo il messaggio del primo ministro Alexandre de Crowe (Open Vld) Alla conferenza stampa tenutasi oggi dopo la riunione del comitato consultivo. La copertura vaccinale rimane uno dei due obiettivi che il governo si propone di raggiungere per consentire la mitigazione dichiarata.

9 giugno: l’80% delle persone più vulnerabili viene vaccinato

Il primo limite dovrebbe essere raggiunto il 9 giugno. Due settimane fa, almeno l’80% delle persone di età superiore ai 65 anni e dei pazienti ad alto rischio ha avuto la prima puntura coronarica insieme, dopodiché avrebbe dovuto attendere la prima dose per provocare una risposta immunitaria.

Questo obiettivo sembra possibile con il programma attuale: il 90% delle persone di età superiore ai 65 anni è stato vaccinato e venerdì scorso il 35% dei quasi 1,48 milioni di pazienti a rischio in Belgio aveva ricevuto la prima vaccinazione. Includendo le persone che sono già state invitate e che saranno vaccinate questa settimana e la prossima, la percentuale era già del 77 per cento. Nelle Fiandre è inoltre previsto che tutti i pazienti ad alto rischio vengano vaccinati con una prima dose entro il 24 maggio.

Nel frattempo, il numero di pazienti nelle unità di terapia intensiva dovrebbe scendere sotto i 500 entro il 9 giugno. Al momento, ci sono ancora 711 pazienti con corona, con un calo settimanale del 14%. A questo ritmo, questo limite verrà raggiunto già alla fine di maggio.

READ  L'Europa fortificata è inevitabile. Puntiamo a creare un castello murato per l'immigrazione legale

Secondo le ultime previsioni del biostatista Kurt Barbé (VUB), siamo puntuali per raggiungere i limiti il ​​27 maggio. “Per i ricoveri ospedalieri nel loro complesso, è probabile che questo calo acquisisca una certa velocità. Non vedo alcuna anomalia rispetto alla terapia intensiva. Mi aspetterei che la velocità con cui ora sta diminuendo venga mantenuta”, dice Barbie .


Una volta raggiunti entrambi i limiti, gli esercizi di ristorazione potranno ricevere nuovamente i clienti a partire dal 9 giugno. Quindi ogni famiglia può ricevere fino a quattro persone, senza contare i bambini.

1 luglio: il 60 per cento è stato vaccinato

Proprio come il relax a giugno, il relax a luglio e agosto funziona anche con soglie target per la vaccinazione e il numero di posti letto in terapia intensiva. Entro il 1 ° luglio, il 60% degli adulti avrebbe dovuto ricevere il primo vaccino. Se il numero di posti letto Corona nei reparti di terapia intensiva rimane sotto i 500, con un andamento discendente, può essere implementata un’altra serie di relax.

Attualmente, il 39,54% degli adulti belgi è vaccinato, con lievi differenze tra le regioni. Relativamente parlando, le province orientali sono le più lontane con il 44%. Seguono Fiandre e Vallonia con il 40,13% e il 40,46%, mentre Bruxelles è ancora in ritardo al 31,72%.

Una terza fase seguirà quindi il 30 luglio. A quel punto, il 70% avrebbe dovuto ricevere il primo vaccino. Se il numero di posti letto Corona occupati nelle unità di terapia intensiva rimane al di sotto di 500 e continua a diminuire, sarà possibile un’ulteriore mitigazione.

Le soglie sembrano essere separate dal piano fiammingo che ha dato ad ogni adulto la prima possibilità entro l’11 luglio: quell’ambizione rimane la stessa.

Il quarto e ultimo passaggio successivo sarà prima del 1 settembre: a quel punto, 7 adulti su 10 dovrebbero essere completamente vaccinati e il numero di letti in terapia intensiva dovrebbe rimanere in una tendenza al ribasso.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24