Il picco autunnale del coronavirus rovinerà il Natale? “Se avete lamentele restate a casa”

Attualmente sono più di 900 le persone ricoverate in ospedale affette da coronavirus, cinquanta delle quali in terapia intensiva. Si tratta principalmente di anziani e pazienti con una malattia di base. Molte persone hanno ora acquisito resistenza attraverso precedenti infezioni o vaccinazioni, ma i vulnerabili rimangono un gruppo a rischio, afferma Chantal Rovers, professoressa di epidemie di malattie infettive presso il Centro medico dell’Università Radboud di Nijmegen.

E avverte: “Anche se sei giovane e sano e sei stato infettato dal Corona due volte, è possibile sviluppare la sindrome post-Covid”. Pertanto, resta importante ridurre il rischio di contaminazione. “Il consiglio è ancora quello di restare a casa se si è malati”.

Stai ancora testando?

Cosa significa questo con l’avvicinarsi del Natale? “Il mio consiglio è: non andare ai drink di Natale o dai nonni a Natale se hai delle lamentele, non importa quanto possa essere fastidioso”, dice. “Oppure prendi in considerazione l’idea di sottoporsi a un test per il coronavirus per essere sicuro.”

Ora che il virus è in aumento, le farmacie stanno già notando che la domanda di autotest per il coronavirus è in aumento. Nel giro di due settimane, le vendite sono più che raddoppiate, afferma l’organizzazione ombrello dell’Ufficio centrale delle aziende farmaceutiche (CBD). Anche Kruidvat e Trekpleister hanno registrato una tendenza al rialzo dall’inizio di questo mese.

Il CBD non può fornire cifre precise, ma a novembre la vendita di test era stabile e ammontava a “diverse decine di migliaia a settimana”. Albert Heijn afferma inoltre che si sta assistendo ad un aumento della domanda di autotest e di prodotti per la tosse, l’influenza e il raffreddore.

READ  Un vaccino contro la malaria incompleto potrebbe salvare la vita di decine di migliaia di bambini

Altri casi a gennaio

Il professor Rovers (Radbodomek) prevede che il numero dei contagi aumenterà ulteriormente nel prossimo futuro, ad esempio dopo la riunione di Natale. “Ci sono buone probabilità che più persone vengano ricoverate in ospedale a gennaio, ma scene come quelle accadute durante il primo anno della pandemia di Corona non accadranno sicuramente”.

Il ministro uscente Ernst Kuipers (Sanità pubblica) ha detto ieri di non essere preoccupato per l’aumento. “I numeri sono di nuovo davvero alti. Ma non sono preoccupato perché il rifugio è adeguato.” Secondo lui la vaccinazione resta lo strumento “per prevenire una parte importante di questi ricoveri”.

Programma di vaccinazione

Poco meno della metà delle persone con condizioni di salute fragili e delle persone di età pari o superiore a 60 anni hanno ricevuto una dose di vaccino, afferma Kuipers. “Vorrei che il numero fosse molto più alto. Continueremo il regolare programma di vaccinazione per un’altra settimana, fino a venerdì prossimo”. Possono essere vaccinate anche le persone sotto i 60 anni.

“Poiché le misure rigorose sono state revocate, la gente potrebbe pensare che il Corona non sia poi così grave”, ha detto questa settimana a RTL News Harald Witschgl dell’Istituto nazionale per la sanità pubblica e l’ambiente. “Ma Corona non è un raffreddore. Puoi comunque ammalarti e sviluppare disturbi a lungo termine.”

Consigli del governo

Il governo attualmente non fornisce più consigli sulla prevenzione specifica della contaminazione da coronavirus. Tuttavia, restano validi i consigli generali per prevenire virus respiratori come il Coronavirus. Riguarda:

  • Lavarsi spesso e bene le mani con acqua e sapone e ventilare le aree interne.
  • Resta a casa se sei malato.
  • Non sei malato, ma hai lamentele? Lavora da casa, se possibile, e verifica con il tuo datore di lavoro.
  • Tossire e starnutire nel gomito.
  • Mantieni le distanze dagli altri.
  • Evitare interazioni critiche con persone che potrebbero ammalarsi gravemente a causa di un’infezione respiratoria. Indossare una maschera per bocca e naso se è necessario il contatto, ad esempio quando si forniscono cure informali.
READ  L'Unione Europea e gli Stati Uniti si sono impegnati a ridurre significativamente le emissioni di metano

Fonte: governo nazionale

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24