La Germania vuole poter perquisire di notte le case dei richiedenti asilo respinti

L’organizzazione tedesca per i diritti umani Pro Asyl critica fortemente una nuova legge tedesca che dovrebbe garantire che i richiedenti asilo respinti vengano rimpatriati nei loro paesi d’origine più rapidamente e spesso. Il progetto di legge, adottato mercoledì dal governo del cancelliere Olaf Scholz, viola i diritti fondamentali dei richiedenti asilo.

Se dipendesse dal governo federale, i funzionari che volessero arrestare un richiedente asilo respinto avrebbero il permesso di entrare in tutte le stanze della casa condivisa. E anche di notte, se necessario. Questo è traumatico per i bambini, afferma la portavoce di Pro Asyl Judith Weepke. L’organizzazione per i rifugiati descrive questo fatto anche come una violazione della Costituzione tedesca, la quale prevede all’articolo 13 che il domicilio non può essere violato. Judith dice che questo vale anche per i richiedenti asilo.

Inoltre, secondo la nuova legge, i funzionari possono cercare documenti e supporti dati nelle case per determinare l’identità di una persona. Ciò include anche i dati sui telefoni cellulari e le informazioni archiviate nel cloud, come Google Drive. Ciò viola il diritto alla privacy, secondo Pro Asyl.

Ulteriori misure sono contenute nel disegno di legge della ministra del Partito socialdemocratico Nancy Viser. Per dare alle autorità più tempo per prepararsi alla partenza, un richiedente asilo respinto può ora essere detenuto per 28 giorni. Sono passati dieci giorni ormai.

Protezione contro la guerra e il terrorismo

Weser sottolinea che il sistema di asilo tedesco è sotto pressione. Il ministro dell’Interno ha detto del suo progetto di legge: “Per proteggere il diritto fondamentale all’asilo, dobbiamo ridurre significativamente l’immigrazione clandestina”. “Ciò è essenziale (…) per le persone che dobbiamo proteggere dalla guerra e dal terrorismo – come gli 1,1 milioni di rifugiati dall’Ucraina”.

Il Cancelliere Schulz sostiene anche la necessità di rimandare indietro i richiedenti asilo che vengono ampiamente respinti. Ma Pro Asyl sottolinea che le leggi più severe del passato non hanno aumentato significativamente le deportazioni.

In Germania sono circa 280.000 i richiedenti asilo respinti. Di questi, circa 225.000 persone sono state “tollerate” e non possono partire per condizioni mediche, mancanza di documenti, perché il Paese di origine non li accetta o perché è pericoloso tornare, come nel caso dell’Afghanistan. La Germania sta lavorando per concludere accordi di immigrazione con l’Iraq e altri paesi per rimpatriare più persone.

Le domande di asilo sono più numerose rispetto allo scorso anno

Nella prima metà di quest’anno, il numero dei richiedenti asilo deportati è aumentato del 27% arrivando a circa 8.000, la maggior parte dei quali è tornata nei paesi di origine: Georgia, Macedonia del Nord, Albania, Moldavia e Serbia. Ma aumenta anche l’afflusso di nuovi richiedenti asilo. Nei primi otto mesi del 2023 sono state presentate circa il 77% in più di domande di asilo iniziali rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

“È troppo tardi e troppo poco”, ha detto il politico della CDU Torsten Frei riguardo al disegno di legge. Crede che il flusso dovrebbe essere limitato. Ha detto che anche se il flusso raddoppiasse, non sarebbe proporzionale al numero di richiedenti asilo in arrivo Muore il feltro. Il progetto di legge necessita ancora dell’approvazione del Parlamento tedesco.

Il Ministero dell’Interno ha affermato che molte deportazioni aeree nella pratica falliscono. Ad esempio, se i richiedenti asilo respinti resistono, o se i piloti o le compagnie aeree si rifiutano di volare.

Leggi anche:

Germania: accogliere gli immigrati nella lotta contro l’invecchiamento della popolazione

Per contrastare il crescente numero di posti di lavoro vacanti, la Germania vuole diventare più attraente per gli immigrati qualificati.

Il governo tedesco vuole dare a migliaia di immigrati clandestini permessi di soggiorno

Se fosse dipeso dal governo tedesco, 135.000 immigrati che vivono in Germania da molto tempo avrebbero ricevuto un permesso di soggiorno condizionato. Adesso spesso aspettano anni prima di prendere una decisione.

READ  All'improvviso il giardino scompare a causa di una frana all'estero

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24