La miseria di Corona non è ancora finita: “Altri due anni”

La microbiologa medica Inge Huijskens crede che rimarremo nella miseria di Corona per i prossimi due anni. “Mi piace avere speranza, ma il mio messaggio non è davvero pieno di speranza”, ha ammesso in un messaggio Intervista a Gelderlander.

Huijskens basa le sue previsioni sul presupposto che tutti dovrebbero prima entrare in contatto con il virus, “preferibilmente attraverso la vaccinazione”. Inoltre, ritiene che sia essenziale che l’assistenza sia meglio attrezzata per l’afflusso di pazienti affetti da corona. Fino a quando non sarà così, la scansione del tocco rimarrà aperta.

Gli ospedali sono già a rischio di soccombere a causa del calo del numero di pazienti a causa delle dimissioni del personale rispetto all’inizio della pandemia. Quindi Huijskens ha tenuto stretto il suo cuore pergemelloIn altre parole, due epidemie fianco a fianco: Corona e influenza. “Se l’influenza si aggiunge a questo, avrai una tragedia sanitaria”, dice.

La previsione di Huijskens che non abbiamo ancora finito con Corona al momento è in linea con le dichiarazioni fatte da Jaap van Diesel a NOS lo scorso fine settimana. RIVM Manager è prevista I Paesi Bassi continueranno a gestire le nuove variabili Corona per gli anni a venire.

Ci auguriamo che l’impatto della diffusione del virus diminuisca nel tempo. Le vaccinazioni, ad esempio, già assicurano che le persone che finiscono in ospedale si ammaleranno meno.

“Il vaccino funziona come un incantesimo”, afferma Huijskens, osservando che il vaccino non fornisce una protezione al 100%. “Sappiamo che il vaccino contro la corona protegge tra il 95 e il 97 percento delle malattie gravi”.

Nel frattempo, rimane la questione dei contatti di emergenza. Finché i numeri di infezione e i ricoveri ospedalieri continueranno ad aumentare rapidamente, non finiremo le misure Corona e gli attacchi di cura.

READ  39 scienziati: 'prestare maggiore attenzione alla ventilazione nel controllo della corona'

In futuro, trattamenti migliori dovrebbero aiutare a sostenere le cure. Ad esempio, la scorsa settimana il regolatore britannico dei farmaci ha approvato La pillola Corona è buona, che può garantire che i pazienti a rischio si ammalino meno.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24