La NASA lancia una sonda spaziale nell’atmosfera infernale di Venere

Il laboratorio volante studierà la composizione dell’atmosfera di Venere e scatterà anche alcune immagini, si spera più rivelatrici.

Un anno fa, la NASA ha fatto un annuncio entusiasta. L’agenzia spaziale statunitense prevede di farlo Per visitare la nostra “sorella gemella malvagia” Venere entro la fine di questo decennio† Nel frattempo, la missione si concretizza sempre di più. E in un nuovo studio, la NASA ha rivelato maggiori dettagli su questo volo imminente, emozionante e audace, che potrebbe cambiare per sempre la nostra visione del pianeta ancora misterioso.

Sorella invivibile
Venere è spesso descritta come la sorella gemella invivibile della Terra. Ma allo stesso tempo, in realtà ne sappiamo molto poco, quindi per noi è ancora un vero mistero. Venere è simile alla Terra in molti modi. Il pianeta – leggermente più vicino al Sole – ha all’incirca le stesse dimensioni e ha una struttura, massa e densità simili. Ma le somiglianze in gran parte finiscono qui. Venere sta vivendo un pericoloso riscaldamento globale che è andato fuori controllo. L’atmosfera densa intrappola tutto il calore, facendo sì che le temperature superficiali raggiungano i 465°C. Inoltre, il pianeta è circondato da uno strato di nubi dominato dall’acido solforico corrosivo. Tuttavia, si ritiene che non sia sempre stato così. Molti scienziati ritengono che Venere sia in linea di principio molto più simile alla Terra e persino all’acqua. Se hanno ragione, la grande domanda è cosa abbia causato il movimento del pianeta in una direzione così diversa in un punto e un aspetto così diverso dalla Terra oggi.

La missione è stata chiamata DAVINCI dalla NASA, il che significa Esplorando l’atmosfera profonda di Venere per gas nobili, chimica e imaging† Con questa missione, la NASA vuole studiare la composizione dell’atmosfera di Venere per capire come si è formata ed evoluta.

READ  Black Friday in borsa: il nuovo virus delle variabili sta scuotendo i mercati

Viaggio a Venere
L’inizio della missione è previsto per luglio 2029. Quindi, dopo circa 6,5 ​​mesi, DAVINCI condurrà il suo primo volato via Scorri il fiore. Alla fine la sonda sarà tre Lui vola Completo, dove raccoglierai dati sulla copertura nuvolosa e sulla superficie utilizzando diversi strumenti. “Speriamo di dipingere un quadro dell’atmosfera stratigrafica e di come interagisce poi con la superficie, in particolare le montagne della Zona Alfa”, ha affermato il ricercatore capo Jim Garvin. Queste misurazioni ci consentono di valutare aspetti storici dell’atmosfera e di rilevare rocce speciali in superficie, come il granito. E questo è mentre stiamo anche cercando caratteristiche del paesaggio che possano dirci se su Venere si stanno verificando erosione o altri processi di formazione. “

Ci vorranno quindi circa due anni per posizionare la sonda, ma poi penetrerà nell’atmosfera sopra la regione alfa.

viaggio di immersione
Infatti, perché l’intento è che la navicella spaziale si tuffi nell’atmosfera infernale di Venere. DAVINCI è in realtà una specie di laboratorio volante, che si farà strada attraverso la densa atmosfera del pianeta, effettuando misurazioni precise dei gas nobili e di altri elementi. La speranza è che in questo modo vengano fatti luce i gas sconosciuti, che sono presenti in piccole quantità nell’atmosfera di Venere. Inoltre, gli scienziati sperano di trovare alcuni isotopi dell’acqua; I componenti dell’acqua che contribuiranno alla nostra comprensione dell’evoluzione dell’acqua su Venere. In questo modo, i ricercatori sperano di determinare se il pianeta ospitasse un oceano o potrebbe aver avuto un’atmosfera densa e piena di vapore.

campione di gas
DAVINCI scenderà quindi sempre più in superficie. Ad un’altitudine di circa 120 chilometri sopra la superficie, la sonda lascerà cadere il suo scudo termico e “respirerà” l’atmosfera locale di Venere. In questo modo, la sonda raccoglierà campioni di gas atmosferici simili a quelli dell’auto robotica di Curiosity su Marte.

READ  Il cambiamento climatico sta aumentando la gradazione alcolica nel vino

Immagini
Questo ulteriore atterraggio si tradurrà anche nelle prime immagini delle altezze montuose di Venere. Centinaia di immagini verranno prodotte una volta che la sonda apparirà sotto le nuvole a 30.500 metri sopra la superficie. Ciò consente di mappare la formazione rocciosa e la topografia della superficie a scale non possibili dall’orbita terrestre.

Sbarco su Venere
Alla fine, DAVINCI scenderà sulle montagne della Zona Alfa. “Ma una volta che è giù, non deve necessariamente funzionare più”, ha detto la ricercatrice Stephanie Getty. Tutti i dati scientifici richiesti saranno raccolti prima che la sonda raggiunga la superficie. Ma se sopravviviamo alla discesa di circa 12 m/s, dovremmo avere dai 17 ai 18 minuti in superficie in condizioni ideali”.

Attraverso questa entusiasmante missione, i ricercatori sperano di svelare segreti sulla nostra sorella gemella malvagia e, tra le altre cose, scoprire se Venere potrebbe essere stato un pianeta abitabile. Quindi la missione andrà oltre rispetto alle precedenti missioni su Venere. “Nessuna di queste missioni precedenti è stata in grado di misurare in dettaglio la chimica o l’ambiente che DAVINCI avrebbe fatto”, ha affermato Garvin. Inoltre, nessuna missione precedente ha raggiunto le vette di Venere e nessuna fotografia è stata scattata prima. Pertanto, DAVINCI sarà un importante passo avanti, con capacità e sensori del 21° secolo. “

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24