La pelle solare è malsana: dobbiamo liberarci della bellezza perfetta

Il cancro della pelle è il tipo più comune di cancro. Secondo il KWF, il 52% di tutte le diagnosi di cancro sono melanomi. E questi numeri stanno solo aumentando. Nel 2019, il melanoma è stato diagnosticato in quasi 77.000 persone. È il doppio rispetto a dieci anni fa.

Marrone malsano

Questo non è più possibile, afferma lo scienziato sanitario Karlin Thunen. Ho studiato come i genitori proteggono se stessi ei loro figli dal sole. “Per fare questo, abbiamo intervistato i genitori e chiesto agli anziani di completare un questionario online per diversi anni”, ha detto a EditieNL.

Uno dei principali risultati dello studio, dice, è che dobbiamo sbarazzarci della perfetta bellezza della pelle abbronzata. “L’abbronzatura significa davvero danni alla pelle”, spiega Thunen. “La pelle rossa spesso spaventa le persone, ma la pelle marrone fa pensare alle persone che a volte sia sana”.

rischio

Ma non è così. “Poi c’è un danno permanente alla pelle e il rischio di sviluppare il cancro della pelle aumenta notevolmente”. E questo non è solo un problema per gli adulti. Prendere il sole comporta anche rischi per i bambini. “È ancora più dannoso nei bambini, perché la loro pelle non è ancora completa”.

Pertanto, è necessario prestare maggiore attenzione a questa questione. “Direi a favore della creazione di una campagna per raggiungere i bambini in particolare. Usare gli influencer dei social media per richiamare l’attenzione sul paradigma di bellezza imperfetto, per esempio.”

lungo termine

Ma se conosciamo i danni che il sole può causare, perché ci piace ancora prendere il sole? Secondo la professoressa di comunicazione sanitaria Julia Van Weir, si tratta di quanto siano lontane da noi le conseguenze del nostro comportamento. Ha detto a EditieNL: “Quindi le persone preferiscono avere un bell’aspetto a breve termine. È ancora una lunga strada per correre dei rischi a lungo termine. Le persone cambieranno il loro comportamento solo quando è urgente”.

READ  Esplosione di Lansan - NRC

Tuttavia, Van Weert vede una differenza nel gruppo target quando si tratta di cambiare comportamento. “Per i giovani, aiuta a fornire risultati più a breve termine. Come con i giovani uomini, quando la pelle diventa brutta a breve termine. Quindi ha conseguenze negative dirette. So che la pelle più vecchia attrae i giovani più di quanto si parli conseguenze a lungo termine. “”

Van Wehr sostiene che, insieme ad altri comportamenti cancerogeni, è ancora difficile per le persone adattarsi. “Spesso in un momento come questo ti stai dicendo che preferiresti goderti la vita piuttosto che vivere a lungo. Fino a quando non arriva il momento. Siamo ricompensati a breve termine e siamo puniti a lungo termine.”

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24