“La pioggia più forte degli ultimi 20 anni” provoca una devastante frana nel sud Italia: “È stato terribile” | All’estero

Secondo le autorità italiane, “le precipitazioni più intense degli ultimi 20 anni” hanno causato devastanti smottamenti e smottamenti sull’isola di Ischia. Le case sono state distrutte, gli autobus e le auto sono stati portati via. La ricerca dei dispersi continua stanotte mentre il mare è diventato marrone a causa della frana. Almeno una persona è morta e almeno dodici risultano ancora dispersi.


Docenti stranieri


Ultimo aggiornamento:
26-11-22, 22:06

La Campania, la regione intorno a Napoli e Ischia, sta vivendo da diversi giorni forti piogge. Altre due persone sono morte giovedì scorso a causa del maltempo. Un turista argentino è annegato dopo essere stato trascinato in mare durante una tempesta costiera, riferisce la BBC. Una persona è stata uccisa da un fulmine sulla spiaggia. Resta in vigore fino a domani l’allerta meteo per pioggia e forti venti.

Quindi ieri sera a Ischia le cose sono andate maleUn’isola al largo di Napoli, popolare tra i vacanzieri. In sei ore sono caduti 126 millimetri di pioggia, secondo le stazioni meteorologiche locali. Ciò non sarebbe accaduto negli ultimi vent’anni.

“Ha iniziato a piovere forte nel cuore della notte”, ha detto ai media locali Lisa Mocchiaro, residente. ,, Ma siamo abituati a poche ore di pioggia in cui i tombini sono intasati di foglie autunnali cadute. Insomma, eravamo tutti tranquilli. Ma intorno alle 3:00 si è iniziato a sentire un forte tuono. Ci fu un primo ruggito e un forte rumore come un incidente d’auto. Frana. Poi intorno alle 5:00 si è verificata di nuovo la frana. È terribile.” Lisa definisce il fenomeno naturale impressionante e “probabilmente peggiore dell’alluvione del 2009 e terribile come il terremoto del 2017”.

READ  Università degli Studi di Milano: Covit-19 era già nel nord Italia il 10 novembre 2019

Il testo continua sotto la foto.

Un’auto spazzata via nel fango sull’isola italiana di Ischia è una perdita totale. ©AFP

Disastri passati

Proprio come l’anno scorso nel 2009, anche ieri notte molta acqua, fango e detriti sono andati verso il mare dalla montagna. Attraversare dritto il paese di Casamicciola e attraversare piazza Anna di Felice, la stessa zona intitolata alla donna morta nel fango tredici anni fa. Case e strade sono state distrutte, auto parcheggiate e furgoni sono stati portati via.

Il sindaco di Napoli riferisce che almeno una persona è stata uccisa. Si tratta di una donna straniera, riportano i media locali, che sarebbe sposata con un italiano. Potrebbero mancare almeno altre 12 persone, ha detto oggi il ministro dell’Interno italiano Matteo Piandosi. Tra loro ci saranno due famiglie. Uno è un uomo, una donna e il loro bambino appena nato, e l’altro è un padre, una madre e due bambini piccoli. Avrebbero vissuto in case in rovina tra le colate di fango. Successivamente è stato riferito che la prima famiglia è ora al sicuro.

Il testo continua sotto il tweet.


Ricerca

I sindaci di Casamicciola Terme e di altri cinque comuni dell’isola hanno emanato un decreto congiunto che invita i cittadini a non uscire di casa per non interrompere le operazioni di soccorso. Interrotti i collegamenti marittimi da Napoli a Ischia. Sostanzialmente le squadre di soccorso sono garantite solo in partenza da Pozzuoli, a 20 chilometri di distanza. C’è voluto del tempo prima che iniziassero i lavori di soccorso.

Attualmente circa 100 soccorritori stanno cercando i dispersi. La ricerca continuerà stanotte e nella notte. Vengono utilizzati anche droni e cani da fiuto. Le guardie costiere hanno perlustrato la costa dell’isola mentre le colate di fango hanno trascinato auto e furgoni sulla spiaggia e in mare. I bulldozer liberano le strade.

Entro questo pomeriggio, almeno centinaia di persone sono rimaste bloccate nelle loro case senza acqua corrente ed elettricità. Non potevano essere raggiunti perché molti edifici e tutte le strade erano fangose. Settanta persone erano già state sistemate in una palestra del sito.


I vigili del fuoco italiani trasportano un residente di Casamichiola su una barella.

I vigili del fuoco italiani trasportano un residente di Casamichiola su una barella. ©AFP

Un autobus è stato spazzato via sulla spiaggia da questa frana di fango.  Ci sono macchine nel mare davanti.

Un autobus è stato spazzato via sulla spiaggia da questa frana di fango. Ci sono macchine nel mare davanti. © ANP/EPA

I vigili del fuoco da Napoli arrivano sull'isola di Ischia.

I vigili del fuoco da Napoli arrivano sull’isola di Ischia. ©AFP

AP

© AB

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24