La regola di J.K. Rowling vieta ad un bambino di parlare durante un film di “Harry Potter”.

JK Rowling, conosciuta ovviamente come l’autrice del libro di fama mondiale Harry Potterlibri, è stato anche fortemente coinvolto nel franchise cinematografico. Aveva anche un’opinione e ha inventato molte regole.

Non molto tempo fa c’era un articolo su FilmTotaal su Robin Williams. Sebbene fosse interessato al ruolo di Hagrid e desiderasse apparire nei film, questo non gli fu permesso a causa di una delle regole della Rowling. Voleva solo attori inglesi e irlandesi.

Di più
Non finisce qui. Ora il regista Chris Columbus, che ha diretto i primi due film, ha rivelato che a sua figlia non era permesso parlare durante le riprese. Ha avuto un piccolo ruolo nel primo film, ma a causa della sua cittadinanza americana non le è stato permesso di dire nulla.

Colombo ora commenta questo: “Questa è stata una decisione congiunta tra me e Joe. Ne abbiamo parlato ed entrambi volevano scegliere un cast britannico al 100%. Quindi mi sono attenuto a quello“.

NO
Tuttavia, Colombo ignorò in qualche modo questa regola, perché apparve sua figlia Eleonora Harry Potter e la Pietra Filosofale. Quindi poteva essere vista nel film di successo, ma non le era permesso dire nulla.

Appare brevemente come Susan Bones, che viene inserita in Tassorosso dal Cappello Parlante. Colombo continua:Ha funzionato per circa 80 giorni. Ma le regole sono regole, lei non è britannica quindi non le è stato permesso di dire una parola…

READ  Come vivo... la mia vita millenaria? Le serie popolari ottengono un nuovo libro

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24