La scienza è finalmente uscita: ecco come si calcola la forma di un uovo

Gli scienziati sono riusciti a creare una formula universale in grado di descrivere qualsiasi uovo di uccello naturale. Questa formula fornisce uno sguardo al passato evolutivo dell’uovo.

Quello a cui non abbiamo mai pensato durante la colazione domenicale preoccupa da anni gli scienziati: la forma di un uovo. Questo perché non solo è sorto; L’uovo deve soddisfare molte condizioni. Dovrebbe essere abbastanza grande da ospitare il feto, abbastanza piccolo da lasciare il corpo della madre e abbastanza forte da non rompersi minimamente. Inoltre, non dovrebbe rotolare dopo averlo applicato.

“Ciò che rende l’uovo così speciale è che è stato in natura per migliaia di anni in così tante forme diverse eppure è ancora riconoscibile come un uovo”, spiega. Valentino Carmaker, un matematico dell’Università di Utrecht e non è stato coinvolto nella formulazione della nuova formula. L’uovo è disponibile in quattro forme geometriche: palla, ovale, ovale ea forma di pera. Finora c’era solo una formula che descriveva le prime tre forme.

nuova formula

Un team internazionale di ricercatori è tornato al tavolo da disegno e ha apportato le modifiche necessarie. Hanno prima sviluppato una formula che descriveva solo la forma di una pera e poi l’hanno combinata con la formula attuale.

Per calcolare la forma di un uovo sono necessari la lunghezza dell’uovo (L nella formula), la sua larghezza massima (B), quanto dista dal centro (w) la parte più spessa dell’uovo e il diametro dell’uovo essere un uovo più di un quarto della lunghezza totale (d)L/4). uova, giusto?

La nuova formula universale per descrivere la forma di un uovo. Foto: Narushin et al. (2021).

Lavoro preciso

La creazione di questa nuova formula consente agli scienziati di comprendere meglio non solo l’aspetto dell’uovo stesso, ma anche come e perché si è formato. “I matematici cercano di descrivere il mondo in formule”, spiega Karmaker. “È preferibile che l’equazione non solo fornisca una descrizione molto accurata di ciò che abbiamo effettivamente misurato, ma abbia anche un valore predittivo”.

READ  L'Unione Europea e gli Stati Uniti si sono impegnati a ridurre significativamente le emissioni di metano

In altre parole, la formula non solo descrive tutte le uova che incontriamo in natura, ma mostra anche quali forme di uova sono ancora possibili. “Ciò consente ai biologi di creare nuovi modelli di sviluppo delle uova”, afferma Karmaker.

L’edificio Gherkin a Londra è basato sulla forma di un uovo. Foto: Pixabay

L’uovo come fonte di ispirazione

Queste idee sono importanti non solo per la biologia, ma anche per innumerevoli altri campi. Dopotutto, le forme delle uova possono essere trovate in tutti i tipi di posti. Pensa all’industria alimentare, al settore tecnologico e persino Ingegneria Architettonica e art. Ad esempio, le tecniche di schiusa efficaci per le uova di gallina sono sintonizzate con precisione sulla forma dell’uovo. “Se capiamo perché un uovo ha l’aspetto che ha, possiamo migliorare questi processi”, afferma Karemaker.

anche autore Michele Romanov, un genetista dell’Università del Kent, mostra ottimismo in comunicato stampa Informazioni sullo studio: questa formula sottolinea l’importanza dell’armonia tra matematica e biologia e può gettare le basi per una migliore comprensione del nostro mondo. E tutto questo è ben organizzato a forma di uovo.

Consiglio di lettura: Dai problemi di parcheggio ai potenti algoritmi e ai modi matematici per vincere le partite, troverai tutto al riguardo in nuovo mondo-Speciale Matematica fantastica. Guarda qui nel nostro negozio online!

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24