L’Italia deve accelerare le riforme a causa del debito molto elevato e della crescita molto bassa | al di fuori

Con videoL’Italia deve accelerare le riforme a causa del debito molto elevato e della crescita molto bassa. Esiste la possibilità che i fondi del Recovery Fund europeo possano incontrare problemi.

L’UE esorta l’Italia ad accelerare le riforme della legislazione sulla concorrenza e del sistema fiscale, e Bruxelles vede “un eccessivo squilibrio macroeconomico”. La conclusione è che il debito nazionale italiano è molto elevato. Questa cifra era già elevata, ma è aumentata ulteriormente a causa della crisi dovuta al coronavirus fino a superare il 150% del PNL, e non si sta riducendo abbastanza velocemente a causa della politica attuale. La crescita economica è troppo bassa per questo.

Gli economisti di Bruxelles vogliono che il governo italiano riduca il carico fiscale sul lavoro e lo aumenti, ad esempio, sul settore immobiliare. In Italia la prima casa acquistata non è tassata in linea di principio e non esiste alcuna imposta sul patrimonio. C'è molta opposizione a questa riforma all'interno del governo del Primo Ministro Mario Draghi. “L'Unione europea vuole distruggerci con le tasse”, ha detto Matteo Salvini, leader del partito della Lega che fa parte del governo Draghi.

© Agenzia France-Presse

“La prima casa è sacra”

Il primo ministro italiano Mario Draghi.
Il primo ministro italiano Mario Draghi. © Agenzia nazionale di polizia/Agenzia per la protezione ambientale

Il commissario europeo all’Economia ed ex primo ministro italiano Paolo Gentiloni ha indicato a Salvini che l’Unione europea non vuole imporre tasse a nessuno e che questo è uno spostamento fiscale. È anche venuto in aiuto del Primo Ministro Draghi affermando che la proposta di riforma catastale è la strada giusta da percorrere. I partiti della coalizione discutono da mesi su questa riforma, che equivale ad adeguare il valore di mercato e, di fatto, ad aumentare le tasse. Ancora una volta è l'associazione di Matteo Salvini a fare da ostacolo; La tassazione delle abitazioni di proprietà è una questione molto delicata in Italia. Il leader del partito Salvini ha detto: “La prima casa è sacra”.

READ  "Dò la colpa al caldo, ma lo metto in un corteggiamento spudorato"

Per mesi sono proseguite anche le discussioni sulla modifica della legislazione sulla concorrenza. Diverse categorie godono di una tutela speciale in Italia, come i tassisti, i farmacisti e gli operatori dei bar sulla spiaggia. Questi ultimi pagano pochissimo per i permessi che si tramandano di generazione in generazione, rendendo quasi impossibile per i nuovi arrivati ​​aprire un bar sulla spiaggia.

L’Unione Europea e il Primo Ministro Draghi ritengono che la situazione dovrebbe cambiare, ma la nuova legislazione è stata bloccata per mesi da vari partiti della coalizione. Draghi li ha messi in una posizione scomoda con un voto di fiducia: o lo voti in Parlamento o torniamo a casa. Draghi avverte che senza queste riforme l’Italia potrebbe perdere 200 miliardi di dollari dal Recovery Fund.

Guarda i video delle notizie più visti nella playlist qui sotto:

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24