TGcomnews24

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Preoccupazioni per il cancro della pelle in crescita: cinque consigli per proteggere meglio il tuo bambino

La pelle bruciata nell’infanzia raddoppia la possibilità di sviluppare il melanoma in un secondo momento, secondo i rapporti del gruppo direttivo olandese per la cura del cancro della pelle (una collaborazione tra l’Associazione professionale dei dermatologi (NVDV) e le organizzazioni di pazienti, tra gli altri).

È relativamente facile da prevenire

Il Comitato Direttivo fornisce a Piano d’azioneHa sottolineato che in futuro sono necessarie misure per proteggere i bambini, in particolare, dal cancro della pelle. Il cancro della pelle è il tipo più comune di cancro nei Paesi Bassi, mentre questo tipo è relativamente facile da prevenire.

RTL Nieuws ha parlato con la dermatologa Birgit Fish, dove ha spiegato i cinque modi migliori per prevenire le ustioni di tuo figlio e quindi il possibile cancro della pelle in età avanzata.

1. Lubrificare e lubrificare nuovamente

Questo è noto, ma non per questo meno importante. La lubrificazione rimane uno dei modi migliori per prevenire le ustioni e, quindi, il cancro della pelle.

“La cosa più importante è strofinare regolarmente tuo figlio. Di norma, ogni due ore, ma se tuo figlio ha un tipo di pelle più chiara, allora ovviamente dovrebbe essere fatto spesso. E viceversa, si applica un po ‘più spesso per pelle scura, quindi la regola è ogni due ore. “Come dice Fish.

2. Costruisci una routine

È importante stabilire una routine di lubrificazione. Soprattutto nei mesi estivi. Ciò significa che ogni volta che il tuo bambino esce e il sole splende, dovresti massaggiarlo bene.

Fisch: “Vogliamo che la colorazione abbia la stessa routine dello lavarsi i denti, quindi macchiando tuo figlio anche se non è mai stato fuori dalla spiaggia. Questo contribuisce anche a una maggiore consapevolezza.”

READ  È necessario un risultato negativo del test PCR o TMA per entrare in Spagna su strada?

3. Usa il fattore giusto

Oltre a utilizzare la protezione solare, è anche importante utilizzare l’agente corretto e strofinare spesso il bambino. Ma secondo Fish, questo non deve essere difficile.

“Da febbraio all’autunno, dovresti effettivamente strofinare il tuo bambino ogni volta che splende il sole. Usa il fattore 30 come base. La differenza tra il fattore 50 e il fattore 30 non è eccezionale. Finché lo fai regolarmente.”

4. Mettere all’ombra

Anche mettere il bambino all’ombra può aiutare a ridurre il rischio di ustioni. Quindi il piano prevede anche una maggiore ombra nei luoghi pubblici.

“Il sole è più luminoso tra le 12:00 e le 15:00. È bene mettere il tuo bambino all’ombra per un po ‘. Oppure lascia che il bambino giochi lì per un po’. E a proposito, puoi ancora stare al ombra. Non scottarti, ma il rischio è minore. “Certamente molto”, dice Fish.

5. Acquista indumenti resistenti ai raggi UV

Non tutti i vestiti proteggono dal sole allo stesso modo. Gli abiti realizzati con tessuti leggeri, ad esempio, possono ancora far entrare molta luce UV. Secondo Visch, si consiglia di acquistare indumenti resistenti ai raggi UV se si desidera proteggere completamente il bambino.

“Questi sono indumenti realizzati appositamente per impedire la penetrazione dei raggi UV. Soprattutto nelle giornate nuvolose e con il sole, questo tipo di abbigliamento è utile da indossare”.