Questa ben nota teoria sul nostro cervello si rivela sbagliata (purtroppo per noi) | Chantal van der Leste

La psicologa comportamentale Chantal van der Liss esamina il nostro comportamento sul posto di lavoro: chi o cosa determina le nostre decisioni quotidiane? Oggi: il cervello primitivo.

Pisolino Mangi mai molti spuntini e fai un po’ di esercizio? Si dice spesso che è un segno che ascolti molto il cervello rettiliano. Si dice che le profondità del nostro cervello siano un nucleo antico che condividiamo con animali che non sono ancora così evoluti come noi. Questo cuore del cervello ci tenta continuamente di soccombere agli impulsi primordiali: cerca riposo e conforto e non preferisce nessun cambiamento.

Questo spiega tutto, ovviamente. Se non voglio correre o preferirei essere sui social media piuttosto che lavorare, è sbagliato nella mia testa. Beh, niente da fare. Purtroppo, questa teoria è sbagliata, anche se appare in molti libri di testo di psicologia del primo anno.


citazioni

Noi umani non siamo al vertice in termini di evoluzione, ma abbiamo intrapreso un percorso diverso da qualche parte nell’evoluzione

Dobbiamo questo malinteso al medico e neuroscienziato Paul McClain, che negli anni ’60 suggerì che gli esseri umani hanno in realtà tre cervelli accatastati uno sopra l’altro. Sotto c’è il cervello dell’antica lucertola, o tronco cerebrale, che è responsabile del movimento e della respirazione. Nel mezzo c’è il sistema limbico che caratterizza i sentimenti e la neocorteccia come strato sensoriale superiore, attraverso il quale puoi pensare. Sarebbe unico per noi come esseri umani tenere sotto controllo queste due altre menti subordinate.

Idraulico

Biologicamente parlando, non ha senso. Molti animali e persino insetti hanno un qualche tipo di sistema limbico e neocorteccia, ma hanno sviluppato quelle parti del cervello in un modo diverso. Noi umani non siamo al vertice in termini di evoluzione, ma abbiamo intrapreso un percorso diverso da qualche parte nell’evoluzione. Solo perché gli animali pensano e agiscono in modo diverso da noi, non significa che siano più stupidi o più primitivi. È come avere un idraulico che fa un esame da falegname e lo trova primitivo quando fallisce.

Inoltre, ora ci sono sempre più studi che dimostrano che non siamo affatto gravati dalle emozioni preprogrammate di un cervello primitivo. In passato, non dovevi preoccuparti di essere licenziato o magari dire qualcosa di stupido sui social media. Lo abbiamo insegnato tutti noi stessi. Quindi il tuo cervello inquietante non ha solo farcito il rotolo di salsiccia, l’hai fatto tu stesso. Purtroppo.

Vuoi saperne di più sulla psicologia e sul lavoro? Leggi i libri di Chantal Perché i perfezionisti sono raramente felici, 13 consigli contro la perfezione (2021) e Our Mistaken At Work (2018).



Guarda tutti i nostri video di lavoro e carriera qui:



READ  Il 'pacemaker del cervello' rende curabile la depressione incurabile

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24