Scienziati: il fitness tracker rileva la corona prima che compaiano i sintomi

Con i dati raccolti da fitness tracker e smartwatch, un sistema di intelligenza artificiale (AI) può diagnosticare il Covid-19 prima che le persone abbiano reclami. Lo dimostra uno studio condotto da un team internazionale di scienziati e pubblicato martedì è stato pubblicato Nella rivista scientifica BMJ Open. “Ciò consente di rilevare la corona nel periodo in cui le persone non hanno ancora sintomi”, hanno affermato i ricercatori.

Lo studio ha seguito 1.163 persone di età inferiore ai 51 anni dall’inizio dell’epidemia fino ad aprile 2021. Indossavano un braccialetto AVA in grado di misurare respirazione, frequenza cardiaca, temperatura e sonno ogni dieci secondi. I partecipanti sono stati regolarmente sottoposti a test per il coronavirus. Lo studio ha rilevato che ci sono cambiamenti significativi nel corpo durante il periodo di incubazione.

strumento promettente

L’algoritmo è stato in grado di identificare il 68% delle persone con corona due giorni prima della comparsa dei primi sintomi. I ricercatori hanno definito la combinazione di fitness tracker e algoritmo uno “strumento promettente” per contenere la diffusione del virus. A livello internazionale sono ancora più di dieci Studi simili

Ricerca più ampia a Utrecht

Gli scienziati affermano che sono necessarie ulteriori ricerche, poiché i loro risultati si basavano su un campione relativamente piccolo di giovani adulti. Inoltre, il gruppo non era abbastanza etnicamente diversificato.

Utilizzando l’algoritmo e il braccialetto AVA, UMC Utrecht mantiene un accessorio Grande ricerca Con circa 20.000 persone. I risultati sono attesi entro la fine dell’anno.

READ  Parte di un pixel: sognare la grandezza del nostro universo

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24