Scontri in una città francese dopo che un adolescente è rimasto ucciso in uno scontro con un'auto della polizia

Noos Notizie

I rivoltosi hanno attaccato una stazione di polizia nella città francese di La Courneuve, vicino a Parigi, dopo che un 18enne è stato ucciso in un'operazione di polizia. L'ufficio è stato attaccato con fuochi d'artificio e bombe molotov. Sono stati dati alle fiamme anche i bidoni della spazzatura.

Per porre fine agli scontri sono stati chiamati dalla zona i rinforzi della polizia. Secondo il quotidiano Le Parisien, sei persone sono state arrestate. Secondo quanto riferito, due agenti sarebbero rimasti feriti. A fine serata è tornata la pace.

A scatenare la rivolta è stato un incidente avvenuto in un comune vicino dove un uomo alla guida di una moto è stato investito da un'auto della polizia. L'adolescente è rimasto ferito a morte. Lui e un passeggero hanno ignorato il segnale di stop emesso dall'auto della polizia che li stava inseguendo.

La polizia nega l'intenzione

Inizialmente la notizia era che lo scooter si fosse scontrato con l'auto della polizia. Ma le foto condivise sui social mostrano un’auto che si scontra frontalmente con una moto. Lo scooter poi si capovolge.

I familiari della vittima accusano la polizia di dolo. Il capo della polizia di Parigi nega questa accusa. Il capo della polizia ha definito tragica la morte dell'uomo, ma ha detto che sostiene la versione degli agenti finché le indagini continuano.

Immagini della stazione di polizia attaccata con fuochi d'artificio:

READ  Il magro Kim Jong Un ci spezza il cuore | all'estero

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24