SeaO2 affronta i problemi climatici catturando l’anidride carbonica dall’acqua di mare

Hai mai messo un po' di aceto in una bottiglia di Coca-Cola? Una bevanda analcolica contiene anidride carbonica disciolta e quando si mescola con l'acido si formano delle bolle. È esattamente questo trucco chimico che SeaO2 imita. Se poi cerchiamo di capire esattamente come funziona, Robin Brands non può fare a meno di ricorrere a un dizionario di frasi tecniche.

Brands è uno dei tre fondatori di SeaO2. Lui è il marketer e il ragazzo dei poster, e Rose Sharifian e David Vermas sono le persone che armeggiano con la tecnologia.

Oceano e atmosfera in equilibrio

“Dovresti considerare la nostra macchina come una pila elettrochimica con membrane dipolari che dividono l'acqua in un lato acido e un lato basico. Lo facciamo con energia verde al 100%”, afferma Brands.

“Dobbiamo far passare solo l’1% dell’acqua di mare attraverso il camino. Aggiungendo l’acido risultante al restante 99% dell’acqua di mare, l’anidride carbonica disciolta si trasforma in una forma gassosa che possiamo poi estrarre che è stato creato attraverso questo processo di decarbonizzazione, l'acqua ha un valore di pH leggermente più alto, ed è quello che reimmettiamo nell'oceano.

Ma questo non racconta del tutto la storia. L’oceano stesso ricostituirà la quantità estratta di anidride carbonica. Questo è un fenomeno fisico che ruota attorno all’equilibrio. Se si rimuovesse una tonnellata di anidride carbonica dal mare, la stessa quantità verrebbe assorbita dall’atmosfera dall’oceano. Questo processo dura dai 4 ai 12 mesi circa.

Segui MT/Sprout adesso anche su WhatsApp

Un mondo migliore

SeaO2 è uno spin-off di TU Delft e Wetsus, il centro di conoscenza per la tecnologia dell'acqua a Leeuwarden. “La mia co-fondatrice, Rose Sharifian, ha svolto lì il suo dottorato di ricerca, sul filtraggio dell'anidride carbonica dall'oceano, sotto la supervisione di David Vermas, professore alla TU Delft”, afferma Brands.

READ  Siccità, incendi e infestazioni di coleotteri: le foreste europee risentono del cambiamento climatico | clima

Durante questo periodo rimane attivo come consulente aziendale, un ruolo in cui ci sono molte proposte sostenibili sulla sua scrivania. “Ma volevo avere un impatto maggiore e contribuire alla soluzione del problema climatico. Questo sentimento ha alimentato, tra le altre cose, la nascita dei miei figli”, afferma Brands.

È un amico che lo ha guidato alla ricerca di Sharifian e Vermas nel 2021. Brands manda un messaggio agli scienziati su LinkedIn, e subito dopo si siedono insieme al tavolo. Abbiamo cliccato immediatamente. La tecnologia aveva dato prova di sé su piccola scala ed era giunto il momento di commercializzarla. Questo è successo due anni e mezzo fa e ora abbiamo un team di dodici persone e disponiamo di un prototipo funzionante.

Leggi anche: L’azienda olandese ReCarbn risolve il problema più grande con gli aspirapolvere alimentati a CO2

Realizzazione di un impianto pilota

Questo prototipo è su Afsluitdijk, in REDstack. Questa azienda ha lì un impianto pilota che produce energia attraverso un ingegnoso processo di miscelazione di sale e acqua dolce. Per SeaO2, questo è il posto perfetto. C'è acqua nelle vicinanze e le infrastrutture sono già installate.

Utilizzando questa macchina, SeaO2 ora può catturare una tonnellata di anidride carbonica dall’oceano all’anno. Questo è davvero un risultato enorme per una startup di questo tipo, ma non significa ancora molto a livello globale. Per fare un confronto: le emissioni mondiali di anidride carbonica ammontano a circa 40 gigatonnellate (12 zeri).

“Stiamo costruendo un nuovo impianto pilota con una capacità di 250 tonnellate all’anno. In questo modo raggiungeremo 2,5 kilotoni nel 2026, 25 kilotoni un anno dopo e un megaton nel 2030. Tra il 2040 e il 2050 sarà almeno. una gigatonnellata. Ciò avrà un impatto reale.

READ  L'età media dei pazienti Corona ospedalizzati è in calo

Cattura diretta dell'aria

  • SeaO2 non è l'unica azienda che vuole l'anidride carbonica dall'oceano succhiareNegli Stati Uniti, Captura sta sviluppando una tecnologia simile, che chiamiamo Direct Ocean Capture (DOC).
  • Inoltre, ci sono decine di startup che lavorano sulla cattura diretta dell’aria (DAC), una tecnologia che rimuove l’anidride carbonica dall’atmosfera. L'aria viene purificata utilizzando una sostanza chimica.
  • Nei Paesi Bassi si tratta di Skytree, Recarbn e Carbyon.

Leggi anche: L’aspiratore ad anidride carbonica risolve il problema climatico?

Perché SeaO2 prende di mira effettivamente l’oceano e non filtra la CO2 direttamente dall’atmosfera? C'è una spiegazione logica per questo. “L’acqua ha una densità di anidride carbonica molto più elevata rispetto all’aria. Il processo richiede meno energia Inoltre, non dobbiamo utilizzare sostanze chimiche, come con la cattura diretta dell’aria.

Modelli di reddito

Scalare la tecnologia non è l'unica sfida che Brands e il suo team devono affrontare. Almeno è importante rispondere alla domanda su come guadagnare da questo. SeaO2 sta ancora scommettendo su più cavalli a questo punto.

Ad esempio, la startup vende già crediti di carbonio, una sorta di voucher per la CO2. Le aziende che stanno già riducendo le emissioni le utilizzano per compensare le emissioni rimanenti. Klarna e Ledgy hanno già acquistato questo prodotto da SeaO2. Inoltre, Brands vede un modello di entrate nelle aziende che necessitano di CO2.

“Si potrebbe pensare, ad esempio, agli orticoltori in serra e ai produttori di bevande analcoliche. Ma anche le compagnie di navigazione sono un potenziale cliente, poiché l’anidride carbonica viene utilizzata per produrre carburanti sintetici. Questo settore è ancora all’inizio di un importante percorso verso la sostenibilità”.

READ  La ricerca di VIB-KU Leuven, tra gli altri, porta a un nuovo farmaco che blocca la crescita del cancro al cervello aggressivo nei bambini.

Inoltre, SeaO2 ha un brevetto, ma probabilmente ce ne saranno altri in arrivo. L’azienda potrebbe commercializzarlo in futuro vendendo la tecnologia ad altre parti.

C'è poi la partnership con Paebbl, azienda di Rotterdam che trasforma l'anidride carbonica in polvere di pietra. Questo viene utilizzato come materia prima sostenibile per il calcestruzzo.

Leggi anche: Ciò che la Terra impiega secoli, la Bibbia lo fa in un’ora: immagazzinare l’anidride carbonica nella pietra

Il finanziamento è stato raccolto

Finora c’erano dei sussidi e i fondatori pagavano tutto di tasca propria. I marchi prevedono di annunciare un accordo di finanziamento il mese prossimo.

Non vuole dire nulla sull'accordo in sé, tranne che si riferisce alla somma di sei zeri. “So per certo che questa diventerà un’industria enorme. Non considero gli altri partiti come concorrenti, abbiamo davvero bisogno di tutti per salvare il clima”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24